Commercio estero: a settembre export +1,2% e import -0,2% su mese


C’è un’Italia che non si rassegna al rallentamento del commercio globale e che cerca in ogni modo di sfruttare le caratteristiche peculiari dei prodotti Made in Italy per mantenere quote di mercato o conquistarne di nuove. Se la Germania e l’Europa più in generale vanno in crisi, ecco che si allargano gli orizzonti verso altri continenti. In attesa della quantificazione dei dazi di Trump. Secondo l’Istat infatti, a settembre 2019 l’export continua a crescere in termini congiunturali, sospinto principalmente dai mercati extra UE. Su base annua, le vendite realizzate negli Stati Uniti e in Svizzera da sole spiegano circa la metà della crescita dell’export. Segnali positivi si registrano anche per i principali paesi dell’area Ue. I beni di consumo forniscono il contributo più ampio all’aumento dell’export. Si segnala una dinamica intensa per le vendite di prodotti della farmaceutica, dell’industria alimentare, della pelletteria e dell’abbigliamento. Su base annua, la dinamica dell’indice dei prezzi all’importazione ha ancora segno negativo, scontando, da giugno, l’effetto deflazionistico dell’energia. Ma veniamo ai dati. A settembre 2019 l’Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni (+1,2%) e una moderata flessione per le importazioni (-0,2%). L’aumento congiunturale dell’export è determinato principalmente dall’incremento delle vendite verso i mercati extra Ue (+2,5%) mentre quello verso i Paesi Ue risulta più contenuto (+0,3%). Nel terzo trimestre 2019 rispetto al precedente si rileva una contenuta diminuzione sia delle esportazioni (-0,7%) che delle importazioni (-0,2%). A settembre 2019 la crescita dell’export su base annua è pari a +6,2% ed è dovuta sia al forte aumento delle vendite registrato per l’area extra Ue (+9,5%) sia, in misura minore, all’incremento verso i paesi dall’area Ue (+4,0%). L’aumento tendenziale delle importazioni (+2,1%) è sintesi dell’incremento degli acquisti dall’area Ue (+4,5%) e del calo dai mercati extra Ue (-1,2%). Tra i settori che contribuiscono maggiormente all’aumento tendenziale dell’export si segnalano gli articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+38,0%), i prodotti alimentari, bevande e tabacco (+14,2%), gli articoli in pelle, escluso abbigliamento (+14,2%), e metalli di base e prodotti in metallo (+5,3%). Su base annua, i paesi che contribuiscono in misura più ampia alla crescita delle esportazioni nazionali sono Stati Uniti (+18,4%), Svizzera (+31,6%), Belgio (+16,8%) e Giappone (+39,4%), mentre si registra una flessione delle vendite verso paesi OPEC (-5,5%), Paesi Bassi (-3,8%) e Cina (-2,4%). Nei primi nove mesi dell’anno, l’aumento su base annua dell’export (+2,5%) è trainato dalle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+29,2%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+7,0%), prodotti tessili e dell'abbigliamento, pelli e accessori (+6,0%). Si stima che il surplus commerciale a settembre 2019 aumenti di 1.560 milioni di euro (da +1.219 milioni a settembre 2018 a +2.779 milioni a settembre 2019). Nei primi nove mesi dell’anno l’avanzo commerciale raggiunge +35.074 milioni (+65.005 milioni al netto dei prodotti energetici). Nel mese di settembre 2019 si stima che l’indice dei prezzi all’importazione rimanga invariato rispetto al mese precedente e diminuisca del 2,7% in termini tendenziali. Si comunica che i dati del 2018 del commercio con l’estero sono stati resi definitivi.




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 15 Nov 2019 10:32







Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback


Le nostre partnership








Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.



Feed RSS


Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2019 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154