Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Prezzi all’import dei prodotti industriali: a marzo -0,4% su febbraio


Secondo quanto comunicato dall’ISTAT, a marzo 2017 l’indice dei prezzi all’importazione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,4% rispetto al mese precedente ed aumenta del 4,6% nei confronti di marzo 2016. L’indice dei prezzi all’importazione dei beni di consumo a marzo 2017 rimane invariato, rispetto al mese precedente, per il mercato totale e per l’Area non euro, presenta una variazione negativa dello 0,1% per l’Area euro. Rispetto a marzo 2016, l’indice registra un aumento dello 0,6% per il mercato totale, dello 0,7% per l’Area euro e dello 0,5% per l’Area non euro. Il raggruppamento dei beni strumentali, in termini congiunturali, presenta una variazione positiva dello 0,2% per il mercato totale, dello 0,4% per l’aera euro e diminuisce dello 0,2% per l’Area non euro; in termini tendenziali l’indice cresce dello 0,2% per il mercato totale, dello 0,4% per l’Area euro, invece diminuisce dello 0,2% per l’Area non euro. Per i beni intermedi l’indice dei prezzi registra, in termini congiunturali, un aumento dello 0,5% per il mercato totale, dello 0,6% per l’Area euro e dello 0,3% per l’Area non euro; rispetto a marzo 2016 l’indice registra un aumento del 3,3% per il mercato totale, del 3,7% per l’Area euro e del 2,7% per l’Area non euro. L’indice dei prezzi all’importazione relativo all’energia registra, rispetto al mese precedente una diminuzione del 3,5% per il mercato totale, dello 0,5% per l’Area euro e dello 3,6% per l’Area non euro; in termini tendenziali l’indice registra un aumento del 21,6% per il mercato totale, del 22,4% per le importazioni provenienti dall’Area non euro e del 3,5% per l’Area euro. I prezzi all’importazione segnano, nell’ambito delle attività manifatturiere, il tasso di crescita tendenziale più elevato, per quel che riguarda l’Area euro, nei settori della Metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchine e impianti) (+7,6%) e nella Fabbricazione di coke e prodotti petroliferi (+5,0%) mentre, per l’Area non euro, nei settori della Fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+15,9%) e nei settori della Metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchine e impianti) (+7,3%). Il calo tendenziale più marcato risulta per l’Area euro nel settore della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-3,4%) e per quella non euro nell’industria del legno, della carta e stampa (-1,4%).




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 17 May 2017 11:21





Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback



Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.
Feed RSS












Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2017 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154