01/10/2014

fare

Calano a valore ma non a volume le operazioni di M&A in Italia nel primo semestre

 

Secondo un report di Mergermarket, su ben 182 operazioni, c'e' stato un calo del 26,9% nella dimensione media: dai 76 milioni di euro nel primo semestre dello scorso anno ai 55.5 milioni della prima metà del 2014

Sul mercato italiano le azioni di M&A (Merge & Acquisition) nel I semestre 2014 sono pari a 10.1 miliardi di euro, in calo del 13,7% rispetto al I semestre 2013 (11.7 mld) e rappresentano il più basso importo semestrale dal II semestre 2011 (6,6 miliardi). Tuttavia, è interessante il fatto che sono state ben 182 le operazioni, il più alto numero semestrale dal II semestre del 2008 (216), in crescita del 18,2% rispetto alle 154 del I semestre 2013, e questo indica un calo del valore medio che ha portato a prezzi più bassi pagati poi per la maggioranza dei contratti.

Sottolineando il valore inferiore delle transazioni, c'è stato un calo del 26,9% nella dimensione media: dai 76 milioni di euro nel primo semestre dello scorso anno fino ai  55.5 milioni di questo semestre. 

Calano a valore ma non a volume le operazioni di M&A in Italia nel primo semestre

Di solito il numero delle acquisizioni sono circa il doppio delle dismissioni su base annuale, ma il 2014 sta mostrando un calo significativo delle acquisizioni mentre le dismissioni recuperano, si stabilizzano.

Con un totale di 25 dimissioni del valore di 2,1 miliardi sono salite del 30% nel I semestre 2014, dal I semestre 2013, e la quota di mercato al 17,5%; sempre nel I semestre 2013, ci sono state 12 offerte del valore di 1,6 miliardi di euro e il 13,9% di quota di mercato a valore. Nel frattempo il tasso di acquisizioni con sole 30 offerte (solo cinque più delle dismissioni) del valore di soli 1,3 miliardi, è in calo del 46,3% rispetto ai 2,4 miliardi del I semestre 2013

Con 58 offerte del valore di 3,3 miliardi e una quota di mercato del 32,7%, le aziende “Industry & Chemicals” hanno attratto la maggior parte e le più alte offerte a valore nella prima metà dell'anno - 21 offerte hanno visto un aumento del 190% a valore rispetto al I semestre 2013 – e il settore ha il quinto più alto share nel I semestre 2013, con 37 offerte del valore di € 1,1 miliardi

Il M&A in entrata si è attestato a 5,7 miliardi nel I semestre 2014, in crescita dell’81,6% rispetto al I semestre 2013 (3,1 miliardi) e pari al 56,3% del valore totale del M&A italiano (32,3% lo scorso anno); a seguito di un aumento globale di offerte su Large-cap cross-border, il Paese ha visto sei delle prime 10 offerte provenienti da offerenti stranieri.

Sul fronte delle uscite, il M&A ha raggiunto il più alto guadagno semestrale dal I semestre 2009 (€ 13,5) con offerte per un valore di € 4,3 miliardi.

Lazard ha agito come advisor in 13 accordi, per un valore di 6,9 miliardi, tra cui il secondo più grande affare italiano, e guida la classifica degli advisor finanziari per valore, scalando 4 posizioni dal primo semestre 2013. Banca IMI/Intesa Sanpaolo ha mantenuto il comando nella classifica a volume con 18 accordi.

Dopo aver fatto da advisor in due delle operazioni top, d'Urso Gatti e Bianchi guidano il ranking dei consulenti legali a valore, con accordi pari a 3,9 miliardi di euro. Chiomenti Studio Legale si conferma al primo posto per numero di transazioni con 16 operazioni. Anche Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners hanno operato su 16 transazioni, ma per un valore complessivo inferiore di 0,9 miliardi di euro.


Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it