29/10/2014

economia

Il nuovo alfabeto degli investimenti

 

Naumer (AllianzGI): In futuro, la generazione di “alpha” diventerà sempre più importante per la performance complessiva

In occasione dell’Investment Forum, i CIO di Allianz Global Investors provenienti da tutto il mondo si sono riuniti per discutere a fondo di tutto ciò che riguarda le decisioni di investimento. Questi i principali temi oggetto di approfondimento:

1. La politica monetaria internazionale rimane accomodante e le dinamiche legate alla Financial Repression si sono rafforzate. La conseguenza principale è sempre la stessa: il rischio più grande è non assumere rischio.

2. Sui mercati finanziari globali secondo noi non si è formata alcuna bolla dei prezzi, anche se alcuni segmenti, come le azioni o l’immobiliare, risultano in parte sopravvalutati.

3. I dati macroeconomici continuano ad indicare per il secondo semestre del 2014 una crescita globale in linea o lievemente superiore al potenziale. I rischi di correzioni al ribasso sono tuttavia aumentati.

4. L’Europa si trova ad affrontare sfide importanti, ma è improbabile che cada in una lunga spirale deflazionistica come è successo in Giappone. La Banca Centrale Europea (BCE) ha iniziato per tempo l’allentamento monetario e manterrà un atteggiamento accomodante per un periodo prolungato. Inoltre, l’Europa presenta un livello di indebitamento più contenuto, i mercati immobiliari sono in ripresa e gli “output gap” si stanno chiudendo.

5. Il processo di deleveraging prosegue, seppur lentamente, sia negli Stati Uniti che in Europa, mentre nei mercati emergenti il debito è in aumento; a livello mondiale il rapporto debito /PIL (escluse le società finanziarie) ha raggiunto livelli record.

6. I mercati non sembrano particolarmente turbati dall’acuirsi dei rischi geopolitici, ma restano vulnerabili agli imprevisti, e quindi all’aumento della volatilità.

Nel complesso confermiamo il giudizio positivo sugli asset rischiosi. Considerando l’attuale scenario caratterizzato da una crescita tendenziale modesta e da tassi bassi, dobbiamo aspettarci rendimenti di mercato (“beta”) più contenuti di quelli registrati negli ultimi 5 anni. La generazione di sovraperfomance (“alpha”) è quindi destinata ad essere una componente sempre più rilevante del ritorno complessivo degli investitori. È questo il nuovo “alfabeto” degli investimenti.

 

Hans-Jörg Naumer, Global Head of Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors


Il nuovo alfabeto degli investimenti

Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it