19/11/2014

idee

Bitcoin, chi era costui?

 

Ferrandina (Assiom Forex): La valuta digitale cercava di risolvere l’annoso problema di creare in tempo reale la prova di una transazione in un ambiente in cui due parti non si fidano l'una dell'altra, senza bisogno di un’autorità terza

La frase di manzoniana memoria non potrebbe essere più appropriata riferita al Bitcoin. Qualcuno lo compra, lo vende, qualcuno lo crea minandolo, qualcuno ci specula, qualcuno lo accetta in pagamento, ed infine qualcuno non ha ancora ben capito di cosa si tratta e rimane molto scettico.
Il Bitcoin è una valuta digitale basata sulla crittografia, cioè è una crittovaluta o criptovaluta.
Non esiste come moneta di carta o metallo, ma come successione di bit decifrabili solo dal soggetto legittimato, creati da un software open source.
Sembra tutto molto nebuloso per chi non si intende molto della materia, ma non è indispensabile conoscere nei dettagli il funzionamento che c'è dietro la valuta per poterla utilizzare. Una frase di Erik Voorhees (fondatore ed ex CEO di Coinapult) rende bene l'idea: "Like an automobile, Bitcoin is very technically advanced, and extremely complicated, depending on how much you want to know about it. But also like an automobile, you don't actually need to know much about Bit coin technical details in order to use it". (Come un'automobile, Bitcoin è tecnicamente molto avanzato ed estremamente complicato, a seconda di quanto volete sapere su di esso. Ma proprio come un'automobile, non c'è in realtà molto bisogno di conoscere informazioni tecniche al fine di utilizzarlo).

Bitcoin, chi era costui?

Il Bitcoin nasce nel 2009 grazie a Satoshi Nakamoto, pseudonimo che nasconde uno o un gruppo di ricercatori che ha messo in rete un software open source per la sua creazione e gestione. In termini di volumi in circolazione ci sono al momento 15 milioni di Bitcoin.
Il software cercava di risolvere l'annoso problema di creare in tempo reale la prova di una transazione (come scambio di beni o servizi) in un ambiente in cui due parti non si fidano l'una dell'altra, senza bisogno di un'autorità terza, che faccia da garante o arbitro.

 

Quali sono le sue caratteristiche:

 

Vive e funziona senza bisogno di un'autorità centrale o un garante;

Le transazioni sono anonime, irreversibili e non più annullabili;

Viene trasferito ed accettato su base negoziale ed attraverso l'impiego della crittografia;

Riduce al minimo i costi della gestione del denaro e delle transazioni;

Permette di superare i rischi giurisdizionali ed i confini dell'ordinamento locali;

E' tracciabile attraverso un database condiviso e pubblico che serve da registro contabile (Blockchain).

 

E' la Blockchain la base delle transazioni con le divise digitali, in quanto permette di superare il modello monetario tradizionale basato sulla fiducia data a terze parti.

Tracciabili attraverso un database condiviso e pubblico

La Blockchain è un registro pubblico dove ogni scambio viene validato, confermato e condiviso, evitando duplicazioni e falsificazioni facilitando i trasferimenti diretti di valore tra soggetti indipendentemente dalla loro ubicazione geografica e  garantendo sicurezza ad ogni transazione.
La svolta nella diffusione e sviluppo del Bitcoin potrebbe arrivare dall'utilizzo della valuta nell'economia reale (ora è principalmente una valuta speculativa).

 

Dove si possono utilizzare

 

Sono già molti i siti e le piattaforme online che accettano i Bit Coin come mezzo di pagamento, WordPress, Reddit e Baidu sono stati i precursori già alla fine del 2012, Gyft.com permette di acquistare le gift card con Bitcoin, Overstock.com li ha introdotti all?inizio del 2014, ed Expedia ha annunciato che ha stretto un accordo con Coinbase, uno dei maggiori operatori nella moneta virtuale per permettere ai suoi utenti di pagare le prenotazioni degli hotel tramite Bitcoin.

Seguici: 

Ma la grande novità è l'annuncio di Braintree, società di aste acquisita da eBay nel 2013 ora nell'orbita di PayPal, che nei prossimi mesi inserirà la moneta digitale tra le opzioni per il pagamento dei sevizi; la cosa è tanto più importante in quanto tra gli utenti di Braintree ci sono piattaforme come Uber, Airbnb, HotelTonight.

 

Quali sono i limiti del Bitcoin

 

Prima di tutto la sua forte volatilità. Il prezzo della valuta ha delle oscillazioni notevoli, date dalla natura della moneta che non ha molta liquidità e non ha alle spalle un'autorità centrale che può regolare il suo andamento.
Il risparmio derivante dalla mancanza di spese per le transazioni potrebbe in questo modo essere eroso dai rischi in conto capitale.
L'anonimato delle transazioni ha permesso di utilizzare la valuta digitale per lo spostamento di somme di denaro sporco: nota è la vicenda del sito Silk Road, un mercato online di stupefacenti, dove la cripto moneta veniva usata per trafficare in beni illegali senza lasciare tracce.

Alto punto debole della moneta è la sicurezza dei siti che vengono utilizzati per negoziarla.
Per poter operare ci si può appoggiare a delle piattaforme  che operano come broker, dove appoggiare temporaneamente i Bit Coin per negoziarli o solo a titolo di custodia. Tale operatività necessità di una piena fiducia nei confronti della piattaforma in quanto come già detto una delle caratteristiche del Bitcoin è la sua irreversibilità.
Famoso è il caso di Mt Gox, piattaforma fallita nel 2013, che ha attribuito la sua insolvenza ad un attacco di hacker che avrebbero provocato la sparizione di 350 milioni di euro.
Questo ha fatto incrinare la fiducia nel sistema, per il fatto che non c'è nessun potere finanziario o politico che sostiene la moneta e che sia legittimato ad intervenire per risanare le perdite o rimborsare i crediti. Il fallimento di Mt Gox sottolinea l'esigenza di arrivare anche in questa materia a qualche tipo di regolamentazione, cosa che però potrebbe minare proprio le basi su cui poggia la cripto valuta, nata appunto per disintermediare le istituzioni finanziarie.

Laura Ferrandina, Commissione Forex Assiom Forex

 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it