17/12/2014

economia

Attenzione al ciclo economico della tartaruga

 

Wöhrmann (DeAWM): Le divergenze regionali dei cicli economici guideranno i mercati e il dollaro USA dovrebbe rafforzarsi ulteriormente. I rendimenti del mercato obbligazionario saranno probabilmente modestamente positivi, nella migliore delle ipotesi

Le differenze in termini di crescita e politica monetaria fra le diverse aree guideranno i mercati finanziari internazionali nel prossimo anno. Questa è l'opinione di Asoka Wöhrmann, Chief Investment Officer (CIO) di Deutsche Asset & Wealth Management, guardando al 2015. I mercati continueranno ad essere dominati dalle politiche monetarie delle banche centrali. Le politiche più accomodanti nella zona Euro e in Giappone potrebbero diventare ancora più ampie l'anno prossimo. Nel frattempo, la Federal Reserve e la Banca d'Inghilterra dovrebbero iniziare a uscire da questo tipo di politica accomodante. Questa crescente divergenza delle politiche monetarie - e relativi cicli economici - crea opportunità di investimento. Significa anche che gli investitori dovranno prendere attentamente le loro decisioni. "In un contesto di regionalizzazione e di divergenza, gli investitori dovranno fare scelte intelligenti il prossimo anno", ha detto Wöhrmann. "La ripresa economica è lenta, un fenomeno che noi descriviamo come il "ciclo economico della tartaruga". Tutto procede più lentamente del normale. Ma nella fase attuale caratterizzara da bassi tassi di interesse, una cosa è chiara: è necessario correre rischi disciplinati se si vuole far crescere il patrimonio. Nel 2015 i mercati azionari continueranno a essere il posto giusto per investire", ha detto Wöhrmann. Tuttavia, ha anche ammonito che i mercati rimarranno sensibili alla crisi geopolitiche.

Attenzione al ciclo economico della tartaruga

Ripresa economica più visibile
La ripresa economica globale diventerà più evidente nel 2015. Tuttavia, la ripresa sarà nel complesso lenta e varierà da regione a regione. Gli Stati Uniti dovrebbe essere il motore della crescita globale, con un prodotto interno lordo che dovrebbe espandersi del 3,2%. Le previsioni di crescita di Deutsche AWM per la zona euro è dell‘1,2%. Ma Wöhrmann ha aggiunto che l'Eurozona non affronterà un periodo di deflazione. "L'Europa non è il nuovo Giappone", ha precisato.
Il Dollaro USA è destinato ad aumentare fortemente il prossimo anno, in particolare nei confronti dell'Euro. Nel medio termine il cambio euro dollaro potrebbe scendere a circa 1.17. Questo è lo stesso livello del 1999, quando è stata introdotta la moneta unica europea e quando l'economia del continente era significativamente più forte di quanto lo sia oggi. La parità di cambio (ossia 1: 1), non può essere esclusa. Wöhrmann ha dichiarato: "Il Dollaro forte ritornerà, sulla scia della leadership degli Stati Uniti in termini di crescita e di rendimento atteso. Alcuni valute dei mercati emergenti possono offrire interessanti opportunità di investimento del prossimo anno, anche se la selettività sarà fondamentale. Oltre all‘Euro, Wöhrmann è scettico circa le prospettive per lo Yen giapponese".

Seguici: 

Sui mercati obbligazionari internazionali, è prevista una graduale normalizzazione dei rendimenti, ha affermato Stefan Kreuzkamp, CIO EMEA e Responsabile Fixed Income EMEA DeAWM. Kreuzkamp non prevede una forte vendita dei titoli. Ritiene che le obbligazioni sovrane emesse da Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Giappone offrano un potenziale di rendimento limitato. Il potenziale maggiore è offerto dalle obbligazioni periferiche dell'Eurozona, in particolare Italia e Spagna. Una corretta selezione delle scadenze può offrire un rapporto di rischio-rendimento particolarmente interessante. A suo avviso, le obbligazioni societarie sono un'asset class da non perdere d‘occhio. Kreuzkamp ha dichiarato: "La ricetta per il successo nei mercati obbligazionari del 2015 sarà sfruttare i premi di rischio e le opportunità valutarie a livello regionale.

Azioni europee favorite
Commentando i mercati azionari internazionali, Henning Gebhardt, Global Head Equity di Deutsche AWM, ha affermato: "Il 2015 sarà un anno abbastanza tipico, con guadagni percentuali elevati ma a singola cifra." In linea quindi con la media di lungo periodo. Il decennio delle azioni è in pieno sviluppo, ha aggiunto Gebhardt. La ripresa azionaria dovrebbe continuare per un settimo anno, in linea con il ciclo della tartaruga di lunga durata. Il driver principale dei corsi azionari saranno i dividendi, con il supporto di una crescita moderata degli utili. Gebhardt preferisce le azioni europee, in particolare le azioni tedesche, che sono a livelli storicamente interessanti relativamente a titoli azionari statunitensi. Detto questo, gli Stati Uniti offrono alcune possibilità interessanti per gli investitori europei, in particolare, grazie alla loro forza economica e le previsioni di crescita del dollaro.

In merito alle speculazioni su una possibile bolla immobiliare in Germania, il CIO Wöhrmann sostiene che il settore immobiliare il tedesco sia ancora moderatamente valutato se lo ci confronta a livello internazionale. Anche se il mercato immobiliare residenziale è salito in alcune città, nel complesso non vi è alcuna bolla immobiliare in Germania, ha ribadito. Da un punto di vista degli investimenti, Wöhrmann ritiene che il mercato immobiliare commerciale sia interessante.

 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it