17/06/2015

leisure

Fare impresa nel Nord Est

 

Dal decollo alla grande crisi, descritto ed analizzato da Giorgio Brunetti, che individua i fattori generatori della parabola e ripercorre le sue fasi distintive. Un visione su un territorio fondamentale dell’Italia industriale

Non solo il triangolo Torino-Milano-Genova. Da alcuni decenni la geometria dell'industrializzazione italiana è stata ridisegnata da quanto avveniva nel Triveneto, un fenomeno così eclatante da guadagnare a quel territorio un titolo di esemplarità. Il "Nord Est" è assurto a sinonimo di uno sviluppo trainante e sfidante, fondato su diversi modelli di impresa e capace sia di influire sulla politica nazionale sia di conquistare quote significative del mercato estero.

Fare impresa nel Nord Est

La sua intera vicenda tuttavia ha atteso finora una narrazione all'altezza dei fatti. Se ne incarica Giorgio Brunetti, che mette a frutto la sua duplice esperienza di studioso di strategie gestionali e di consigliere di amministrazione in alcune aziende di punta dell'area.
Si libera innanzitutto della vulgata che oppone alla storica dinamicità del Nord Ovest la compatta arretratezza del Nord Est, dove l'impennata di modernità avrebbe costituito il riscatto virtuoso di zone agricole da sempre depresse.
Nel Triveneto esistevano già rilevanti insediamenti industriali - la Zoppas di Conegliano, la Zanussi di Pordenone o il polo laniero di Schio e Valdagno, di origini ottocentesche, con Lanerossi e Marzotto - e un esteso tessuto artigianale, nuclei essenziali del successivo balzo produttivo su base locale, distrettuale e infine globale.

Seguici: 

Come questo sistema di fabbrica, all'inizio disomogeneo, sia diventato pervasivo nelle ultime decadi del Novecento, è l'oggetto della puntuale ricostruzione di Brunetti.
Vengono individuati i fattori generatori della parabola e ripercorse le sue fasi distintive, dal decollo degli anni settanta-ottanta alla contrazione attuale del comparto manifatturiero a favore del terziario ad alto contenuto di conoscenza.
E ogni elemento trova posto in un quadro d'insieme in cui oggi sono compresenti aziende quotate in Borsa che operano internazionalmente, tradizionali imprese di nicchia e microimprese di subfornitura: gli assetti proprietari, le architetture societarie, gli accessi al credito, le relazioni industriali, le culture imprenditoriali e manageriali, l'innovazione, la competitività. Un saggio che è anche la biografi a collettiva del Nord Est attraverso le industrie piccole e grandi che ne hanno fatto la fortuna.

Giorgio Brunetti ha insegnato Economia aziendale all'Università Ca' Foscari di Venezia e all'Università Bocconi di Milano, presso la quale attualmente è professore emerito di Strategia e politica aziendale.
Ha fatto parte dei consigli di amministrazione di Autogrill, De Longhi, Carraro, Benetton Group e Messaggerie Italiane, ed è vicepresidente della Fondazione Teatro La Fenice di Venezia. Tra i suoi libri più recenti: "Per i sentieri impervi della finanza". Quarant'anni a fianco delle imprese raccontati da un protagonista (con Francesco Caretti, 2012).
Presso Bollati Boringhieri ha pubblicato "Artigiani, visionari e manager. Dai mercanti veneziani alla crisi finanziaria (2012).
Titolo: Fare impresa nel Nord Est
Autore: Giorgio Brunetti
Pagine: 154
Editore: Bollati Boringhieri
 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it