22/07/2015

economia

Investitori virano sulla liquidita' a fronte del calo di fiducia in Cina

 

Kabra (BofA Merril Lynch): nonostante il flusso di notizie dalla Grecia, l'intenzione di possedere asset europei è elevata e crescente, anche se la crescita globale resta di vitale importanza per le borse del vecchio continente

Gli investitori globali hanno incrementato la loro liquidità in portafoglio in modo significativo in risposta ad una situazione economica mondiale più debole, in particolare in Cina. Questo è quanto emerge dalla BofA Merrill Lynch Fund Manager Survey di luglio.
Nel complesso, gli asset allocator non sono influenzati dalla maggiore avversione al rischio.
La fiducia nell'economia globale si abbassa: il 42% degli investitori si aspettano un rafforzamento nei prossimi anni, in calo dal 55% di un mese fa.
La Cina è in testa alle preoccupazioni: il 62% si aspetta che la sua economia si indebolisca nei prossimi 12 mesi; otto su 10 vedono il PIL al di sotto del 6% entro il 2018.

Investitori virano sulla liquidita' a fronte del calo di fiducia in Cina

I livelli di liquidità salgono al livello più alto dalla crisi del 2008: il 5,5% del portafoglio.
L'oro viene giudicato sottovalutato per la prima volta in cinque anni.
Un maggiore pessimismo sulla Cina ha portato ulteriore debolezza nelle attività legate al Paese: la Commodity allocation scende a un picco basso in sei mesi, e le azioni Global Emerging Market rimangono come la regione meno amata per le allocazioni, a un minimo di 16 mesi.
Le obbligazioni sono ancora viste come molto sopravvalutate rispetto alle azioni, e più a rischio di "incidente" indotto dalla volatilità; i soggetti sovrappeso nell'azionario salgono al 42%.
La potenza del dollaro di rafforza nonostante il rinvio del previsto rialzo dei tassi USA al Q4 2015 o successivamente, in sostituzione di quello nel Q3 ipotizzato dal consenso di giugno.

Seguici: 

L'appetito verso il sovrappeso di titoli europei aumenta, anche se la potenziale rottura della zona euro ora è il maggiore "tail risk".
"La crescente avversione al rischio e alti livelli di liquidità forniscono un segnale di acquisto in controtendenza per le attività di rischio nel III trimestre", ha dichiarato Michael Hartnett, Chief Investment Strategist di BofA Merrill Lynch Global Research.
"Nonostante il flusso di notizie dalla Grecia, l'intenzione di possedere asset europei è elevata e crescente, anche se la crescita globale resta di vitale importanza per le borse del vecchio continente", ha affermato Manish Kabra, Strategist Azionario Europeo di BofA Merrill Lynch Global Research.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it