23/12/2015

digital

Iab Forum 2015: l'evento pop che parla dell'industry del digitale

 

Marza, vice presidente di Iab Italia, delinea il quadro di internet in Italia, della pubblicità e delle potenzialità del digitale

Un evento che ormai è nell'agenda di tantissimi operatori del settore della pubblicità, che da sempre non parla solo di se stessa stessa, ma del digitale a 360 gradi. Aziende, brand piccoli o grandissimi, creativi, curiosi e specializzati si danno appuntamento a Milano per una due giorni in cui si parla di come è il digitale e di come il digitale diverrà tra qualche mese. Ne abbiamo parlato con Michel Marzan, vice presidente di Iab Italia.
Com'è andata questa edizione?
Iab Forum 2015 è una manifestazione che sta progredendo anno dopo anno e in termini di partecipanti è sempre in crescita. La cosa interessante è che è un evento molto aperto, ci sono stati rappresentanti delle istituzioni, la business community e iniziano ad esserci anche tanti giovani che vogliono capire meglio cosa accadrà nel mondo digitale. Questo si affianca alla mission di Iab, ossia essere un faro, un punto di riferimento in un mercato, come quello del digitale, che cresce e che ha molte potenzialità.

Iab Forum 2015: l'evento pop che parla dell'industry del digitale

Quali sono i messaggi principali di quest'anno?
In Italia ci sono più di due miliardi e cento milioni di euro di investimenti in digital advertising. Iab si propone di misurare anche tutto l'indotto, ossia tutta l'economia digitale che ruota intorno all'advertising: pensiamo alle agenzie media, ai provider di tecnologia che spesso non sono inclusi in queste rilevazioni. Questo permette di capire quanti posti di lavoro l'industry del digital sta generando, forse l'unica industry in Italia che ha dimostrato che si può uscire dalla crisi con un approccio molto pragmatico e concreto.
Iab Forum 2015, fotografia del passato e presente, ma anche un occhio al futuro...
Ci sono ovviamente stati messaggi relativi al futuro in questo Iab Forum. Un elemento che è stato sottolineato è che la crescita dell'advertising è ancora troppo sbilanciata in termini di tassi rispetto ai grandi player internazionali. Gli operatori devono fare sistema, devono migliorare gli aspetti qualitativi dell'advertising, devono lavorare maggiormente sulla profilazione della propria audience, perché hanno un tesoro enorme nascosto sotto il materasso da tirar fuori per poter portare gli investitori a investire ancora di più.

Il digital rappresenta il 30% del totale investimenti in advertising in Italia, ma il digital potrebbe crescere di più se tutto l'advertising crescesse di più. Il 2015 non è un anno in cui l'advertising segnerà grandi progressi in termini di crescita, oggi è un grande comparto fondamentalmente stabile.
Quest'anno, più che mai, Iab Forum è diventato un evento popolare. Quali sono i motivi di questa scelta?
Un elemento che distingue questo Iab Forum 2015 è il fattore pop, che poi è un fattore "wow". L'idea del consiglio direttivo è di dare la possibilità ai partecipanti di vivere, soprattutto nelle due mezze giornate di plenaria, in modo un po' più rilassato ma con l'obiettivo di dare delle ispirazioni per il futuro.
Portare le web celebrities che lavorano su Youtube o sui social, piuttosto come spiegare che i robot e i droni entreranno nella nostra vita, o il fatto di far capire come casi di successo come Tesla possono cambiare le regole del gioco, servono per mostrare le potenzialità del futuro, parlando di presente.

Un elemento su tutti su cui consiglierebbe ai nostri lettori di BusinessCommunity.it di prestare attenzione?
C'è un elemento fortissimo in prospettiva futura che è l'advertising delle cose. Nell'epoca dell'internet of things dobbiamo sicuramente cogliere l'opportunità di riuscire ad associare il brand all'internet of things. Credo, guardando in prospettiva, che sia un trend importante che sarà in agenda per diversi anni.

 


Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it