13/01/2016

economia

Scoprire valore negli emerging market

 

Attraverso un indice basato sui dividendi, secondo WisdomTree è possibile notare come alcuni dei titoli con le quotazioni inferiori siano individuabili nei mercati emergenti, che poi devono passare al vaglio dei fondamentali per arrivare alla ponderazione

In WisdomTree, il ribilanciamento annuale dell'indice rappresenta uno dei principali strumenti attraverso cui individuare le opportunità offerte dalle valorizzazioni. Il processo è stato pensato per valutare, ogni anno, i fondamentali sottostanti dei costituenti dell'indice. Per quanto concerne i nostri indici basati sui dividendi, ciò comporta la riponderazione delle società incluse in un indice in rapporto al loro contributo al "Dividend Stream" (la somma totale di tutti i dividendi distribuiti nell'ambito di un determinato indice). Le valorizzazioni rivestono un ruolo determinante; di solito, infatti:

Scoprire valore negli emerging market

Incrementiamo la ponderazione delle aziende che mostrano dividendi in crescita, soprattutto nei casi in cui l'andamento delle quotazioni non ha ancora reagito di conseguenza.
Riduciamo la ponderazione delle aziende che mostrano un calo dei dividendi, soprattutto in seguito a un notevole apprezzamento delle quotazioni.
Se si osservano le valorizzazioni odierne a livello mondiale si noterà come alcuni dei titoli con le quotazioni inferiori siano individuabili nei mercati emergenti; e se si esaminano e ponderano questi titoli basandosi sui fondamentali sarà possibile migliorare ulteriormente le caratteristiche legate all'aspetto valutativo. Il WisdomTree Emerging Markets Equity Income Index impronta il processo di screening e di ponderazione sui dividendi, ottenendo generalmente un'esposizione di tipo deep value. L'Indice offre un vantaggio, in termini di dividend yield, pari a quasi 400bp ed è prezzato al 22% in meno sulla base del rapporto prezzo/utili (P/E) rispetto all'MSCI Emerging Markets Index.

Seguici: 

Incremento della ponderazione Paese

In genere, il processo di ribilanciamento dell'Indice EM Equity Income, volto alla ricerca di valore, comporta un incremento della ponderazione dei Paesi che hanno sottoperformato e una diminuzione del peso dei Paesi che invece hanno sovraperformato; ma anche la crescita dei dividendi svolge un suo ruolo. Di conseguenza, nonostante Taiwan abbia mostrato di recente una performance relativa soddisfacente, la crescita dei dividendi è stata maggiore, rafforzando la relazione tra dividendi e prezzi, e ottenendo così un peso superiore.
Abbiamo incrementato anche la ponderazione della Corea del Sud, principalmente a causa della notevole crescita dei dividendi. Due classici esempi del funzionamento di questa strategia riguardo a dove rafforzare l'esposizione sono il Brasile e l'Indonesia: entrambi hanno riportato una performance relativa scadente e un tasso di crescita degli utili più rapido rispetto all'andamento delle quotazioni.

Riduzione della ponderazione Paese

Nonostante la Russia abbia mostrato una performance scadente durante il periodo considerato, la contrazione dei dividendi è stata maggiore, indebolendo la relazione tra dividendi e prezzi, e ottenendo così un peso inferiore. Anche il Messico e la Malesia hanno assistito a una diminuzione dei rispettivi pesi, derivante in entrambi i casi da un calo dei dividendi superiore al deprezzamento delle quotazioni.
Incremento della ponderazione settoriale

Anche in questo caso, generalmente, il processo di ribilanciamento dell'Indice EM Equity Income, volto alla ricerca di valore, comporta un incremento della ponderazione dei settori che hanno sottoperformato; ma anche la crescita dei dividendi svolge un suo ruolo. Di conseguenza, nonostante il settore Tecnologia abbia mostrato la performance relativa più alta, avendo anche riportato la crescita dei dividendi maggiore, ha ricevuto un peso più ampio. Anche se il settore dei Materiali ha assistito a una contrazione dei dividendi durante il periodo, questi non sono scesi quanto le quotazioni, ottenendo da ultimo un peso più elevato grazie al miglioramento della relazione dividendi/prezzo.

Riduzione della ponderazione settoriale

Non sorprende, dato il ribasso dei prezzi del petrolio nell'ultimo anno, che il settore Energia abbia assistito a una riduzione del peso, determinata soprattutto dal calo dei dividendi. I Finanziari hanno assistito al taglio più significativo, ma la riduzione del peso è dovuta a una regola che prevede un tetto massimo per settore del 25%. I Finanziari hanno riportato una performance relativa positiva durante l'anno e ciò ha consentito un aumento della loro ponderazione. Pertanto, riportarne il peso in linea con la regola del tetto massimo per settore rientra in un rigoroso processo sistematico.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it