17/02/2016

idee

GfK: gli italiani hanno fiducia nella ripresa economica

 

Trend positivo per tutti gli indicatori relativi alle aspettative economiche dei consumatori italiani. A livello europeo, il livello di fiducia dei consumatori è aumentato di 1,9 punti e l'anno si è chiuso con l'indice attestato a 12,2 punti

Negli ultimi mesi del 2015 i consumatori italiani sembrano avere recuperato maggiore fiducia. Questo quanto emerge dai risultati dell'indice di fiducia dei consumatori in Europa, rilevato da GfK. Se durante l'estate le aspettative economiche degli italiani erano rimaste negative - sprofondando a -31,9 punti nel mese di luglio - nel quarto trimestre del 2015 si è interrotto il trend al ribasso, con l'indicatore salito a -1,4 punti (14 punti in più rispetto al valore di settembre).

GfK: gli italiani hanno fiducia nella ripresa economica

Nonostante l'indice rimanga in area negativa, i consumatori italiani esprimono una fiducia crescente, probabilmente correlata alle previsioni di ripresa economica per i prossimi mesi. A novembre, l'indicatore ha raggiunto il valore più alto da gennaio 2010, attestandosi a 1,9 punti. Decisamente positivo il confronto con lo stesso periodo del 2014, quando l'indice era pari a -35,4 punti.
Questo ottimismo si riflette anche nelle aspettative di reddito. Nel corso del 2015, il valore dell'indicatore corrispondente è stato rivisto al rialzo e - con una crescita di 11,8 punti nel quarto trimestre - ha raggiunto i 6,6 punti alla fine dell'anno, tornando positivo per la prima volta in sei anni. Si intravede un calo leggero ma costante anche nel tasso di disoccupazione che, secondo ai dati della Commissione europea, a novembre si è attestato all'11,3%.

Seguici: 

Infine, l'indicatore della propensione all'acquisto degli italiani si è stabilizzato in area positiva durante i mesi estivi, aumentando considerevolmente nell'ultimo trimestre del 2015. A partire da settembre, il valore dell'indicatore riguardante le intenzioni di spesa è aumentato di 18,3 punti, attestandosi a 24,4 punti nel mese di dicembre, il valore più alto da agosto 2000.
I risultati della ricerca a livello europeo
Guardando nel complesso ai risultati dei Paesi dell'Unione Europea, emerge una fluttuazione significativa nell'indice di fiducia dei consumatori durante gli ultimi mesi del 2015.
Tra i temi che hanno influenzato maggiormente questo clima di incertezza, c'è sicuramente quello della gestione del flusso dei migranti provenienti dalle zone di crisi del Medio Oriente e del Nord Africa. Una questione che ha influenzato il giudizio dei consumatori sulla strada da intraprendere nei prossimi mesi, in particolare nei Paesi verso cui si è diretto il flusso migratorio. In Germania, Austria, Danimarca e Svezia, mete preferite dai migranti, la discussione sulla possibilità di integrazione di un numero così alto di rifugiati ha assunto un tono sempre più critico.

Anche gli attacchi di Parigi nel mese di novembre, seguiti a breve distanza dagli allarmi terrorismo in Germania, hanno scosso notevolmente l'opinione pubblica, minando il clima di fiducia dei consumatori europei.
Solo verso la fine dell'anno hanno ricominciato a pesare i dati economici positivi registrati in quasi tutti i Paesi dell'UE. I prezzi bassi del petrolio e dell'energia, affiancati ad un'inflazione pressoché assente, fanno sì che i consumatori abbiano più denaro da spendere per i loro acquisti. Allo stesso tempo, il calo generalizzato della disoccupazione registrato lo scorso anno ha ridotto l'incertezza correlata all'eventuale perdita del posto di lavoro.
Questi indicatori positivi hanno condotto ad un aumento generalizzato delle aspettative economiche e di reddito dei cittadini europei verso la fine del 2015. Risultati che però non bastano ancora a incrementare la propensione all'acquisto, soprattutto nei Paesi recentemente colpiti dalla crisi, dove il reddito delle famiglie continua ad essere appena sufficiente a soddisfare i bisogni primari.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it