27/04/2016

cover
Ouseley (easyJet): qualita', servizio e convenienza vincono anche nel business travel

Le aziende possono risparmiare fino al 38%. Per Milano la compagnia punta sull'estensione del collegamento tra il terminal 1 e il terminal 2 di Malpensa per continuare a crescere. 

Nei dieci anni di presenza a Milano, easyJet ha trasportato 50 milioni di viaggiatori. Oltre a festeggiare l'evento durante la Design Week, la compagnia ha voluto rilanciare con forza Milano come snodo importante per i viaggi e per il business travel. Abbiamo incontrato Frances Ouseley, Director Italy dell'azienda.
Il business travel è un mercato profondamente cambiato negli ultimi anni, sia per quanto riguarda i viaggi d'affari sia soprattutto le scelte che vengono fatte sui viaggi d'affari e da chi poi deve compierle. Una volta i viaggi d'affari erano ad appannaggio delle compagnie tradizionali, ma il mondo cambia e si capisce che dietro operatori cone easyJet c'è qualità e soprattutto convenienza e nel momento in cui le aziende si trovano poi a dover fare i conti su qual è il miglior rapporto qualità prezzo ecco che incominciano a scegliere easyJet. Per il secondo consuecutivo i travel manager delle aziende e le agenzie viaggio che gestiscono il traffico d'affari hanno premiato la nostra come la miglior compagnia low cost per i viaggi d'affari.

Ouseley (easyJet): qualita', servizio e convenienza vincono anche nel business travel

Qual è il segreto di questo successo?
Storicamente abbiamo fatto una scelta di avere voli che collegano gli aeroporti principali e oggi siamo la prima compagnia in Europa per quantità di voli sugli aeroporti principali e quindi chi di solito viaggia per affari, dovendo viaggiare velocemente e vuole andare negli aeroporti che sono più vicini al puntoi di destinazione e nel momento in cui questo si abbina anche un'alta qualità di quello che sono i fondamentali di caratteristiche che cerca il passeggero e soprattutto un'alta convenienza di prezzo, a quel punto la scelta è quasi obbligata. Consentiamo alle aziende di risparmiare fino al 38% delle spese di viaggio, che sono cifre considerevoli.
easyJet significa quindi destinazioni a prezzi accessibili: tutta qui la ricetta del successo?
I prezzi di vendita dei nostri biglietti in questi anni sono scesi, fino a 29 euro, ma sui viaggi pesano i costi addizionali d'imbarco. Noi facciamo la nostra parte, anche grazie al prezzo del petrolio particolarmente basso, ma anche le istituzioni dovrebbero fare altrettanto per agevolare i viaggi. Nel 2003 le tasse erano di un euro, oggi arrivano in alcuni aeroporti a dieci euro e in Italia soprattutto questo non aiuta né la domanda né gli investitimenti. Queste tasse sono state usate, fra l'altro, anche per finanziare la cassa integrazione di alcune compagnie aeree che non sono state capaci di risollevarsi da sole. Siamo contenti che il ministro dei Trasporti, Graziano Del Rio, abbia detto che ha intenzione di abbassarle.

Italia e viaggi d'affari: c'è una reale ripresa?
Il trasporto aereo in generale è strettamente collegato all'andamento del PIL. Abbiamo avuto un momento di fatica, ma easyJet diventa sempre quasi più competitiva in quei momenti. Quando il mercato non cresce, si contraggono anche i viaggi d'affari; avviene per chi ha un'offerta di prezzo particolarmente onerosa, mentre noi abbiamo avviato la nostra politica commerciale nei confronti dei passeggeri in un momento di grande crisi e quindi in questo siamo riusciti a far percepire il vantaggio di volare con noi. La ripresa dell'export del 2015 ci ha dato una certa mano e ha ristimolato la ripresa dei viaggi d'affari, ma per essere strutturale, la ripresa deve avere una crescita della domanda interna e abbiamo visto qualche avvisaglia, ma ancora in realtà non possiamo dire che ne siamo usciti, c'è sicuramente un po' di contraccolpo per quanto riguarda gli eventi esogeni degli ultimi mesi, ma se guardiamo il complesso degli ultimi tre anni aumentano i viaggi d'affari e si riduce la tariffa media. Tutto il resto è abbastanza ciclico e non ci preoccupa.

Dieci anni a Milano, un'evento da festeggiare.
Sono dieci anni che ci hanno visto puntare sulla città di Milano in modo importante. Abbiamo sempre creduto nelle potenzialità di Milano e abbiamo investito costantemente e oggi Malpensa è la nostra base principale per l'Europa continentale. Abbiamo 50 milioni di passeggeri che hanno scelto di volare da e per Milano, 21 aeroplani, 60 destinazioni tra Malpensa e Linate, perché siamo a Linate per il traffico d'affari, preferito perché è più vicino.
Anche Malpensa sarà più vicina a Milano, perché insieme a SEA abbiamo comunicato che Malpensa verrà collegata in modo più veloce e semplice alla città attraverso l'estensione del collegamento tra il terminal 1 e il terminal 2 con la predisposizione della stazione ferroviaria che sarà pronta tra pochi mesi.
Il traffico d'affari vola già sui vettori easyJet, ma ci immaginiamo che tra l'investimento di Linate, diretto su Parigi su due aeroporti, Londra e Amsterdam, ma con una migliore accessibilità di Malpensa avremo sicuramente una percentuale che continuerà a crescere.

Seguici: 

Milano si sta dotando di un aeroporto del futuro, con una migliore accessibilità con la città ma anche con la tecnologia che renderà il percorso in aeroporto sempre più semplice e smart. Sea sta investendo molto nell'adegamento dell'aeroporto e questo sarà utile per accelerare l'internazionalizzazione e rendere sempre più attrattivo il capoluogo lombardo e la regione. Tra gli investimenti, non c'è solo la nuova stazione ferroviaria, ma anche il rifacimento dell'area dei controlli di sicurezza aumentando il numero delle postazioni e il numero dei banchi check-in.
Cosa rappresenta Milano per easyJet?
Ci sentiamo artefici del cambiamento di Milano in questi dieci anni perché la città è diventata un punto di destinazione del turismo importante, con la Lombardia e l'abbiamo fatto perché abbiamo reso accessibili i viaggi a tutti, per gli italiani e per gli stranieri.

Quali sono le principali novità?
Mobile Host è il servizio su smartphone che sarà in grado di guidare con notifiche i passeggeri durante il percorso in aeroporto. Con l'estate, terminata la sperimentazione che stiamo facendo con alcuni clienti, lanceremo Flight Club. Si tratta di un programma di fidelizzazione assolutamente unico, che offre vantaggi di immediata fruizione e maggiormente richiesti dai viaggiatori abituali, durante i propri spostamenti di lavoro o piacere.
 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it