04/05/2016

economia

Sostenere, finanziare, detrarre: l'arte al suo meglio

 

Brass (Noda Studio): l'Art-Bonus ha segnato l'esordio del micro-mecenatismo in Italia perché il provvedimento è rivolto sia alle imprese sia alle persone fisiche. Il convegno ArtVantage racconta il mecenatismo culturale privato e le opportunità fiscali a favore degli investitori

Investire nell'arte stimolati da agevolazioni fiscali e creare una rete d'imprese che contribuisca alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Questi i temi del convegno ArtVantage. Investire nella cultura, risparmiando con l'Art-Bonus, organizzato il 18 maggio (dalle 15 alle 18) a Venezia dal Comune di Venezia e Fondazione Musei Civici di Venezia in collaborazione con Confindustria Veneto, Noda Studio e Federculture e la partecipazione della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per Venezia e Laguna.

Sostenere, finanziare, detrarre: l'arte al suo meglio

Nella Sala dello Scrutinio di Palazzo Ducale gli esperti spiegheranno il meccanismo del credito d'imposta Art-Bonus introdotto dal Governo già nel 2014 ma rafforzato con la Legge di Stabilità 2016. Questo beneficio fiscale punta ad accrescere il ruolo delle imprese e dei privati nel sostegno alla cultura. In occasione del convegno ArtVantage, la Fondazione Musei Civici di Venezia presenterà progetti di restauro del suo prestigioso patrimonio, con l'auspicio di stimolare l'interesse a contribuire alla conservazione di questi beni. In quest'ottica, il convegno mira a dare nuovo impulso al mecenatismo privato e alle relazioni tra imprese ed enti pubblici per la valorizzazione artistica.
Come misura a favore del mecenatismo culturale, l'Art-Bonus ha già prodotto buoni risultati. Nel 2015 il portale artbonus.gov.it - dove è obbligatorio per gli enti beneficiari registrare ogni erogazione in denaro - ha tracciato oltre 57 milioni di euro di donazioni, effettuate da più di 1.400 mecenati verso 388 enti. A fine gennaio 2016, dopo la stabilizzazione del bonus da parte del Governo, gli investimenti sono saliti a 62 milioni di euro (oltre 2.000 finanziatori, di cui 1.300 privati cittadini, per 450 enti registrati).

Seguici: 

"L'Art-Bonus ha segnato l'esordio del micro-mecenatismo in Italia perché il provvedimento è rivolto sia alle imprese che alle persone fisiche", ha dichiarato Filippo Brass, dottore commercialista Noda Studio. "Il valore dell'incentivo fiscale è certamente determinante per il successo dell'iniziativa. Ma è anche una crescente componente di responsabilità sociale e la consapevolezza di concorrere a preservare il patrimonio culturale che contribuisce a tale successo. Il 60% degli enti beneficiari sono Comuni. Se il credito d'imposta venisse esteso anche alle realtà private, le risorse potrebbero davvero raggiungere la maggior parte del patrimonio artistico del Paese".
"Finora il nostro ente - precisa Mariacristina Gribaudi, Presidente Fondazione Musei Civici di Venezia, che gestisce undici tra i più importanti musei della Serenissima - ha avviato con l'Art-Bonus tre progetti di restauro e recupero del patrimonio civico che curiamo. Durante il convegno di maggio presenteremo nuovi progetti da finanziare. Informare i privati e le aziende è l'unico modo per stimolare le donazioni. Gli italiani sono da sempre sensibili alle tematiche artistiche: più persone conosceranno le opportunità fiscali offerte dal Governo, maggiori saranno gli investimenti".



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it