11/05/2016

fare

Il Gruppo P&R conclude due importanti operazioni di M&A in Italia e all'estero

 

P&R acquisisce il Gruppo INFA e attraverso la controllata Fidia Farmaceutici, rileva il Gruppo Glynn Brothers Chemical, operante nei Paesi dell'Est Europa. La divisione farmaceutica del Gruppo si fa largo nel mercato Russo con un prodotto di nuova generazione

C'è un'Italia che, magari in controtendenza, fa shopping di aziende all'estero, allargando così il proprio perimetro di fatturazione e di presenza sui mercati. A questa Italia appartiene il Gruppo P&R, tra le prime realtà industriali italiane nel settore chimico-farmaceutico, controllato dalle famiglie Pizzocaro e Rossi. Il Gruppo ha annunciato due importanti operazioni di M&A: oltre ad assumere il controllo del Gruppo INFA, gruppo italiano con forte know-how nell'ambito della produzione di principi attivi farmaceutici, ha rilevato attraverso la sua controllata Fidia Farmaceutici anche il Gruppo Glynn Brothers Chemical, con sedi a Praga (Repubblica Ceca) e Bratislava (Slovacchia), rafforzando la sua presenza in Italia e a livello internazionale.

Il Gruppo P&R conclude due importanti operazioni di M&A in Italia e all'estero

"L'unione del Gruppo P&R e INFA consente di dare vita ad una realtà di rilievo a livello globale con un fatturato pari a 700 milioni di euro", spiega Carlo Pizzocaro, CEO del Gruppo P&R. "Inoltre, la crescita di P&R non si arresta: entro l'anno saremo in grado di annunciare due ulteriori acquisizioni a livello internazionale, una delle quali nel mercato Americano. Le attività di acquisizione del Gruppo P&R, contribuiscono, in maniera importante, al processo in atto che vede la Farmaceutica Italiana investire all'estero dopo anni di "silenzio" - aggiunge Pizzocaro, secondo cui - P&R ed INFA sono due realtà sinergiche che negli anni hanno perseguito la medesima strategia di business, attraverso aggregazioni con aziende medie e piccole, con l'obiettivo di consolidare la propria presenza all'interno del mercato farmaceutico".
Esprime grande soddisfazione anche il commento di Roberto Saviane, Presidente di IDeA Capital Funds SGR, gestore del Fondo di Private Equity azionista di maggioranza di INFA: "Siamo lieti degli ottimi risultati di INFA e di questa operazione con P&R, che apre una nuova fase di sviluppo per la società". 

Seguici: 

L'acquisizione di INFA, consentirà infatti al Gruppo P&R di rafforzare ulteriormente il proprio ruolo a livello mondiale nel settore della Ricerca e Produzione di API (Active Pharmaceutical Ingredients), soprattutto nel ricco mercato Nord Americano, raggiungendo in questa area di business, un fatturato superiore a 300 milioni di euro nel 2016. Il Gruppo P&R si è avvalso per questa operazione, del supporto di Banca Intesa come Advisor Finanziario e dell'assistenza legale dello Studio Rödl & Partner di Milano, nella persona dell'avvocato Daniele Bonvicini.
Un inizio d'anno particolarmente positivo anche per Fidia Farmaceutici, leader nei prodotti farmaceutici e medical device derivanti dall'acido ialuronico, e controllata del Gruppo P&R, che ha rilevato il Gruppo Glynn Brothers Chemical, operante nei Paesi dell'Est Europa in particolare sul territorio Ceco e Slovacco. Questo nuovo traguardo consentirà a Fidia di rafforzare il proprio business nell'Europa dell'Est, diventando uno dei principali player a livello farmaceutico in un mercato in forte crescita, che ha registrato nel 2015 un incremento di fatturato sui mercati internazionali pari ad un 40%.

L'acquisizione di Glynn Brothers Chemical è un tassello importante per lo sviluppo della divisione farmaceutica del Gruppo P&R e si inserisce all'interno del processo di consolidamento in atto a livello globale attraverso investimenti diretti e segue all'apertura a Gennaio 2016 delle nuove filiali a Dubai e in Russia.
Un ulteriore step all'interno del processo di internazionalizzazione del Gruppo P&R, è l'approvazione da parte del Ministero della Sanità Russo (MOH - Ministry of Healthcare of the Russian Federation), della domanda di commercializzazione, in aggiunta a Hyalgan e Hyalubrix, di Hymovis, prodotto per la terapia intra-articolare dell'artrosi a base di acido ialuronico, ingegnerizzato in funzione della maggiore permanenza in articolazione. Questo traguardo segue al lancio di Hymovis in USA dopo l'approvazione dell'FDA americano, a completamento e come ulteriore riconoscimento della leadership di Fidia nell'ambito della viscosupplementazione, di cui Fidia è il primo operatore a livello mondiale in termini di unità. Il via libera dell'ente regolatorio Russo, consentirà a Fidia Farmaceutici di rendere disponibile questo prodotto di nuova generazione in un mercato che conta circa 140 milioni di persone e destinato a diventare l'ottavo mercato farmaceutico nel 2017 (stime di IMS Health).



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it