Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch

SOMMARIO

Editoriale -Una finanziaria di nuove tasse

Passate le elezioni siciliane ci avviamo a grandi passi verso quelle generali. Questo significa che, al netto di ponti, vacanze natalizie e di fine anno, non rimangono moltissimi giorni di lavoro per il parlamento. Di sicuro, si dovr approvare la manovra finanziaria, che secondo il Servizio Bilancio di Camera e Senato, dovrebbe prevedere per il 2018 impieghi per 26,4 miliardi di euro, a fronte di una copertura di 15,5. Quest'ultimo dato significa maggiori introiti per lo Stato.
Prepariamoci quindi all'ennesimo aumento della tassazione diretta ed indiretta, poich dal recupero dell'evasione dell'IVA (accise sui carburanti inizialmente) attraverso la fatturazione elettronica non arriver nulla. E neppure dallo svendere a meno del 5% a societ private di recupero credito i debiti non riscossi da Equitalia: una follia che porter al pignoramento della prima casa, oltre ai mezzi di lavoro. Pagheranno i soliti noti, magari attraverso un blocco delle compensazioni fiscali o qualche altro sistema per non far valere crediti nei confronti dello Stato.
Del resto, con il pareggio di bilancio in Costituzione e fiscal compact voluto e votato, i margini di manovra sono poco pi che cosmetici, visto che si parla di cifre ben sotto il 2% del bilancio. Bruxelles impedisce di fatto ogni possibilit di invertire la tendenza.
Anche per il 2018 il governo non sar in grado di curare lo stato cronico del nostro debito o la malattia per mancanza di crescita.



Claudio Gandolfo

Idee e opinioni

Le Srl trainano l'economia: crescono fatturato, addetti, e valore aggiunto

Le banche europee si preparano alla PSD2, ma poche sono pronte all'era dell'open banking

Torna l'ITForum Milano con una veste rinnovata

Cover Story

Ranucci Brandimarte (YOLO): siamo il fattore disruptive nel comparto delle assicurazioni

Finanza e investimenti

Marketing



Digital Business

Fare Business



Sport Business

Leisure

BusinessCommunity.it
Settimanale economico finanziario

Direttore Responsabile:
Gigi Beltrame

Direttore Editoriale:
Claudio C. Gandolfo

Per informazioni clicca qui.