20/12/2017

economia

Premium Brands: il consumo esperienziale è il nuovo motore della crescita

 

Secondo il team di Pictet AM, investire in marchi del comparto Luxury, che ha visto positive iniziative di M&A, offre buone performance

Recentemente Janan Ganesh, editore del Financial Times, ha scritto: "Il denaro speso in ristoranti, viaggi e festeggiamenti può donarvi i beni più al riparo dall'inflazione: i ricordi".
Poiché le esperienze assorbono una porzione sempre più consistente del reddito disponibile dei consumatori, non solo i produttori di beni di lusso (Luxury) e i fornitori di servizi, ma tutte le società dell'universo Premium Brands hanno realizzato di doversi adattare a questo trend. In parte ciò significa offrire un lusso su misura, qualcosa che l'era digitale facilita rendendo più semplice offrire beni e servizi su misura ai clienti, attraverso social network o realizzando prototipi e prodotti velocemente e direttamente nel punto vendita che diventa una "mini fabbrica". Le abitudini d'acquisto stanno, infatti, diventando sempre più experience-oriented.

Premium Brands: il consumo esperienziale  il nuovo motore della crescita

Anche il mercato cinese sta cambiando significativamente, non solo a causa di un ulteriore aumento della spesa per beni aspirazionali, ma anche a causa di una sempre più ampia porzione della spesa destinata a beni esperienziali, il che significa ricerca di hotel migliori ed esperienze gourmet. Ci aspettiamo che gli attuali 74 milioni di studenti cinesi che si laureeranno nel prossimo decennio stimoleranno ancora di più queste tendenze, determinando un aumento della domanda per esperienze aspirazionali (circa due terzi dei turisti cinesi appartiene alla generazione dei millennials ed ha quindi un'età compresa tra i 15 e i 35 anni).
Per questi motivi abbiamo aumentato la nostra esposizione al segmento Experience, che include diversi settori tra cui Travel, Food & Drinks, Services ed Entertainment. Abbiamo raggiunto, quindi, un'esposizione complessiva alla categoria del 48%. Il secondo segmento per esposizione è quello dei consumi aspirazionali, un'altra area in cui riteniamo che la crescita sarà trainata dai consumi dei millennials. Si tratta, ad esempio, di società attive nel campo della gioielleria, come Chow Tai Kook o Look Fook o Brilliance, il partner locale di BMW in Cina.

Seguici: 

L'attività di M&A ha contribuito positivamente alla performance da inizio anno e ci aspettiamo che questa tendenza continuerà. Le fusioni tra Luxottica e Essilor, LVMH e Christian Dior, Kate Spade e Coach sono alcuni degli esempi. Nel settore abbiamo assistito a diverse IPO, come quella di Pirelli, la società produttrice di pneumatici di alta qualità, o SMCP, una società in rapida crescita operante nel settore della moda aspirazionale, che dimostrano l'interesse per l'universo Premium Brands.
Siamo ottimisti a livello macro perché:
- Il turismo sta riconquistando vigore, soprattutto in Europa e Asia, con un aumento dei consumi cinesi sia localmente che in viaggio;
- I brand hanno iniziato a muoversi verso il mondo digitale e stanno iniziando a farlo bene (LVMH, Gucci, Coach).

Siamo ottimisti a livello micro perché:
- Crescita dei ricavi almeno del 5% abbinata ad una crescita dell'utile per azione di poco inferiore al 20%;
- Espansione dei margini grazie alla combinazione di un buon livello di leva operativa e consistenti flussi di cassa;
- Le stime degli utili sono state riviste ancora al rialzo;
- L'attività di M&A e il rendimento per gli azionisti attraverso riacquisti e dividendi.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it