07/11/2018

digital

Mastercard una operazione su due ai POS è Contactless - token per sicurezza e togliere pin e password

 

Degiovanni: l'innovazione per i pagamenti è già qui. Il nostro ruolo è rendere accessibile anche ad aziende, medie o piccole, tecnologie che altrimenti sarebbero disponibili solo per i grandissimi clienti

"Il futuro, quasi immediato, dei pagamenti elettronici, il digitale che è già qui, disponibile già oggi", ha esordito Bruno Degiovanni, Vice Presidente di Mastercard. "Abbiamo presentato un sogno, quello di rimuovere le password che tutti detestiamo e anche i numeri delle carte di credito che circolano in rete".
Password, Pin, numeri di carta sono i classici incubi per i consumatori, ma non solo nei punti vendita, anche negli eCommerce.

Mastercard una operazione su due ai POS  Contactless - token per sicurezza e togliere pin e password

"Avevamo un problema anche di sicurezza - ha proseguito Degiovanni -: i numeri sono copiabili. Questa è una vulnerabilità che si può evitare attraverso la tecnologia. Da un lato, con la biometria evitiamo le password e si sta già diffondendo con il riconoscimento facciale o del fingerprint. Dall'altro, abbiamo creato una piattaforma che usa dei token, dei numeri singoli associati a una carta, da usare al posto del numero della carta stessa, per coprire anche quest'altro aspetto di sicurezza. La combinazione dei servizi può dare vita a un sistema per pagare facile, veloce e sicuro".
Sicurezza, praticità, velocità. Ma di solito queste tecnologie non sono per tutti, solo per i grandi clienti o per le grandi banche. "Le banche italiane sono molto interessate agli sviluppi digitali - ha proseguito Degiovanni -, forse il Paese soffre la frammentazione rispetto ad altre nazioni con business più centralizzati, ma il nostro ruolo è rendere accessibile anche ad aziende, medie o piccole, tecnologie che altrimenti sarebbero disponibili solo per i grandissimi clienti. Oggi è possibile fare in modo che un sito di eCommerce anche medio o piccolo può avere delle tecnologie di accettazione dei pagamenti assolutamente all'avanguardia, sicure con i tokn al posto dei numeri delle carte. Alcune innovazioni sono semplici, come mostrare l'immagine della carta quando si fa shopping attraverso uno smartphone o da computer, molto utile al posto di ricordarsi delle ultime quattro cifre, e nel momento del riconoscimento si può usare l'impronta o il proprio volto, senza dover ricordarsi le password e pin".

Seguici: 

Le carte contactless valgono il 50% delle transazioni
In questi giorni è stato dichiarato che un'operazione su due effettuata ad un Pos avviene in modalità contactless. E' interessante notare quanto il negozio fisico, in questo contesto, si avvantaggi dell'innovazione per accelerare i processi di pagamento. "Questo è un grande risultato per noi di Mastercard che per primi le abbiamo utilizzate", ha concluso Degiovanni. "Al Pos, una operazione su due avviene già in modalità contactless ed è davvero entrata nelle abitudini degli italiani. E' un elemento che apre la strada all'innovazione e dematerializzazione del pagamento, perché si può già oggi appoggiare al Pos un orologio, uno smartphone al posto di una carta che diventa, quindi assolutamente virtuale".



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it