09/01/2019

leisure

Punto e a capo. La tecnologia come abilitatore di contatti per i bambini lungo degenti

 

Gigi Beltrame: un bel progetto tra pubblico e privato per andare oltre le lezioni!

Siamo sotto le feste, bisogna essere più buoni. Questo progetto va oltre: si punta a diventare fantastici. Il Comune di Milano, la Clinica De Marchi del Policlinico di Milano, la Città Metropolitana e Lenovo hanno collaborato per creare un sistema di collegamento fra ospedale e scuola che permetta ai bambini ricoverati di seguire le lezioni e la vita scolastica senza interruzioni.
Pubblico e privato insieme per dare un servizio importante per i ragazzi, in età scolare, per restare in contatto con la classe, durante e fuori dalla lezione.

Punto e a capo. La tecnologia come abilitatore di contatti per i bambini lungo degenti

Un progetto che pare semplice, ma che semplice non è. Non è una questione di strumenti e nemmeno di protocolli, non è tecnologia, ma un processo. Infatti, non è dotare di tablet e connettività le corsie d'ospedale, ma fare in modo che non ci fosse passaggio di germi, di sicurezza (anche negli ospedali avvengono i furti), e di integrazione con le strutture ospedaliere.
La tecnologia, senza le persone, non serve a molto e questo è un esempio. Questo progetto che ha due obiettivi: consentire ai bambini costretti a stare in ospedale per lunghi periodi di seguire il normale percorso didattico e, forse ancora più importante, restare in contatto con i propri compagni di scuola. Perdere il contatto con i propri amici fa male e incide negativamente sulla salute psicofisica dei bambini. Grazie a questo progetto alla clinica De Marchi, eviteranno il rischio dell'isolamento e potranno condividere con i loro compagni di classe il tempo della scuola, non solo le ore di lezioni ma anche quelle dedicate alla socialità, prime fra tutte quelle dell'intervallo. Un progetto che migliorerà davvero la vita dei bambini e che spero possa essere esteso al più presto a tutti i reparti pediatrici degli ospedali e a tutte le scuole italiane.

Cosa serve? Lenovo ha donato 10 PC Lenovo ThinkStation e li ha connessi in rete per metterli a disposizione dei piccoli pazienti dell'unità operativa di fibrosi cistica pediatrica della Clinica De Marchi del Policlinico di Milano.
L'idea, partita dalla tenacia della consigliera  comunale Elisabetta Strada, verrà probabilmente esteso anche ad altri ambiti.
Il problema è che questo è un progetto eccezionale, ma in realtà dovrebbe rappresentare la normalità.
C'è da fare sul lato della diffusione della tecnologia, ma anche sulla comprensione dei processi di business. Perché questo è stato un processo di business.
Buone feste!

@gigibeltrame su Twitter e LinkedIn

 


Seguici: 

Iscriviti al canale YouTube

Il libro ''Digilosofia: la filosofia del digitale'' le sfide della digital transformation
Guarda l'ultima puntata del #LateTechShow .


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it