23/10/2019

idee

Crollano a settembre export e import in Cina. Effetto solo della trade war?

 

Le importazioni sono diminuite dell'8,5% dopo il calo del 5,6% di agosto, mentre le importazioni dell'8,5% dopo il calo del 5,6% del mese precedente. Nuovi stimoli in vista

I dati sull'economia cinese vanno sempre presi con dovizia di prudenza. Però quando sono particolarmente negativi fanno scattare molti campanelli di allarme.
La guerra dei dazi tra USA e Cina molto probabilmente si fa sentire più di quanto Pechino voglia ammettere, viste le recenti vicende che hanno visto protagoniste alcune banche, anche molto grandi, su cui è dovuto intervenire lo stato.
La trade war tra i due Paesi ha di fatto coadiuvato una frenata nei commerci globali che era comunque nell'aria. E l'economia della Cina, anche se Xi Jinping spinge per una costante crescita dei consumi interni, ne risente.

Crollano a settembre export e import in Cina. Effetto solo della trade war?

Per questo desta preoccupazione il fatto che, come riportato da Reuters, a settembre le esportazioni sono diminuite del 3,2% rispetto all'anno precedente, il calo maggiore da febbraio. Gli analisti si aspettavano un calo del 3% dopo il calo dell'1% di agosto.
Non è bastato che alcune aziende cinesi si erano affrettate a spedire merci negli Stati Uniti prima della scadenza di settembre, sostenendo le letture complessive delle esportazioni di luglio e agosto. Ma veniamo ai dati.
Le importazioni totali di settembre sono diminuite dell'8,5% dopo il calo del 5,6% di agosto, il minimo da maggio. Gli analisti si aspettavano che diminuissero del 5,2%.
Tutto ciò indica un'ulteriore debolezza dell'economia. È probabile che i dati al ribasso rafforzino le aspettative sulla necessità di Pechino di introdurre ulteriori misure di stimolo per evitare una recessione economica più acuta, nonostante i tentativi di un disgelo nelle tese relazioni commerciali tra le principali economie del mondo.

Seguici: 

Settembre ha segnato un'altra grande escalation trade war, con Washington che ha imposto dazi del 15% su oltre 125 miliardi di dollari di importazioni cinesi dal 1° settembre e Pechino che ha reagito con lievi ritorsioni sulla politica monetaria.
Nonostante oltre un anno di misure per stimolare la crescita, la domanda interna della Cina è rimasta ostinatamente debole poiché l'incertezza economica pesa sulla fiducia delle imprese e dei consumatori e scoraggia nuovi investimenti.
Nonostante tutto il surplus cinese rimane. La Cina a settembre ha registrato un avanzo commerciale globale di 39,65 miliardi di dollari, rispetto a un avanzo di 34,84 miliardi ad agosto. Gli analisti avevano previsto 33,3 miliardi. Il surplus commerciale con gli Stati Uniti si è attestato a 25,88 miliardi di dollari, in calo dai 26,96 miliardi di agosto.

Le esportazioni cinesi verso gli Stati Uniti sono diminuite del 10,7% a valore rispetto all'anno precedente tra gennaio e settembre, mentre le importazioni USA sono calate del 26,4% durante lo stesso periodo. Segno che la politica dei dazi qualche effetto ce l'ha.
Gli analisti ritengono che la crescita economica della Cina si sia ulteriormente raffreddata nel terzo trimestre ad un minimo di quasi 30 anni. Un +6,2% è stato registrato tra aprile e giugno e sta minacciando l'obiettivo del governo per il 2019, fissato al 6,0-6,5%. Sempre secondo Reuters, alcuni economisti prevedono che la crescita potrebbe rientrare nella fascia superiore del 5% nel 2020 a causa di una combinazione di fattori ciclici e strutturali.
Una crescita sotto il 6%, un miraggio per tutti i Paesi OCSE ma dato minimo per le aspettative di Pechino, sarà sostenibile?

Oscar Leoni



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it