27/11/2019

economia

Il Nord traina il mercato immobiliare italiano del retail

 

Faini (World Capital): Milano continua ad esercitare un grande fascino non solo sugli investitori, ma anche sui turisti amanti del Made in Italy

Nella classifica mondiale delle High Street stilata da World Capital nel Fashion & High Street Report di Federazione Moda Italia, l'Italia rimane stabile al 6° posto, subito dopo Hong Kong (canone massimo 14.500 euro/mq/anno), con Via Monte Napoleone (canone massimo 11.300 euro/mq/anno), ma con la leadership della numerosità di high street in classifica con Milano, Roma, Venezia, Firenze, Verona, Bari, Palermo, Napoli, Bologna e Pisa, però anche Portocervo, Cortina e Portofino.

Il Nord traina il mercato immobiliare italiano del retail

È poi interessante sapere che l'Italia, con 82 vie dello shopping e 32.670 metri di lunghezza totale, è il Paese con il maggior numero di High Street nel mondo, a dimostrare l'appetibilità delle nostre vie commerciali. Campo San Bartolomeo a Venezia è la high street più corta in Italia, con 52 metri di lunghezza; mentre la più lunga si trova a Milano, Corso Buenos Aires con 1.600 metri.
Dando uno sguardo al mercato italiano delle locazioni, il Nord traina il settore immobiliare retail con in testa Milano con Via Monte Napoleone al primo posto, Via della Spiga al terzo e Corso Vittorio Emanuele al quinto, seguita da Roma con Via dei Condotti al secondo posto (che raggiunge gli 9.000 euro/mq/anno), Piazza di Spagna al quarto e Via del Corso al sesto; e Venezia con Piazza San Marco, Campo San Bartolomeo, Via XXII Marzo, Calle Merceria, rispettivamente al settimo, ottavo, decimo e undicesimo posto (con un prime rent di 5.000 euro/mq/anno). Spostandoci sul Sud e sulle Isole, il canone più alto viene registrato a Porto Cervo con i 2.500 euro/mq/anno di Piazzetta, Palermo (1.755 euro/mq./anno di Via della Libertà) e Napoli (1.695 euro/mq./anno di Via Scarlatti - Vomero).

Seguici: 

Quanto ai trend del panorama delle High Street Milanesi, notiamo che i valori di locazione risultando generalmente stabili rispetto all'anno precedente, riconfermando i 2.650euro/mq/anno per Via Dante e i 6.900 euro/mq/anno per Corso Vittorio Emanuele. Nel dettaglio, nei primi sei mesi del 2019 la prime rent italiana si riconferma Via Monte Napoleone, mentre rispetto al 2018 riscontriamo una variazione positiva del 4,8% per Corso Buenos Aires, che registra un canone di locazione massimo di 2.625 euro/mq/anno. Tra le zone commerciali in pieno sviluppo, invece, emergono i quartieri di Brera, Navigli e Tortona, location della movida milanese e popolate da turisti di diversa nazionalità.
"Milano continua ad esercitare un grande fascino non solo sugli investitori, ma anche sui turisti amanti del Made in Italy", dichiara Andrea Faini, CEO di World Capital. "Milano, infatti, è ai primi posti nel mondo per quanto riguarda l'attrattività della vendita al dettaglio, anche grazie alla presenza di prestigiosi brand lungo le vie dello shopping milanese".



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it