11/12/2019

digital

Incentivare l'uso della carta di credito nelle spese quotidiane

 

Carai (American Express): abbiamo creato la app "Dove sei tu" su cui sono presenti 50mila piccoli e medi retailer su tutto il territorio nazionale

Se a livello governativo c'è l'intenzione di incentivare in misura importante l'utilizzo dei pagamenti elettronici, anche chi emette le carte di credito agevola il loro utilizzo. E' il caso di American Express, che ha creato una nuova strategia per i negozi medio piccoli. Le commissioni, adeguate per gli esercenti, sono trasparenti e specifiche per i diversi settori, e si basano sul volume di affari annuo. C'è una unica commissione per tutti i tipi di carta, per semplificare ancora di più l'accettazione. Ne abbiamo parlato con Maria Pina Carai, Director - Head of Client Management, Global Merchant Services Italy di American Express.

Incentivare l'uso della carta di credito nelle spese quotidiane

Qual è la vostra strategia sui piccoli retailer?
American Express sui piccoli e medi esercenti ha impostato una vera e propria strategia. Se pensiamo che il numero dei piccoli esercenti in Italia è il secondo dopo UK a livello di AMEX, possiamo capire quanto questo settore per noi sia estremamente rilevante. Di fatto, abbiamo lanciato una campagna, finanziata da noi, che si chiama "Dove sei tu".
Abbiamo identificato 50mila piccoli esercizi in tutta Italia, cui abbiamo offerto la possibilità di essere presenti nella nostra app, "Dove sei tu" appunto, e i clienti che spendono presso questi esercizi ricevono da American Express dei "bonus points membership reward".
Quindi in qualche modo stiamo incoraggiando i clienti a visitare non soltanto i grandi esercizi dove sappiamo spendono normalmente, ma anche quelli piccoli. Per piccoli intendo il fruttivendolo, piuttosto che il barbiere o la parrucchiera. Insomma, le spese di tutti i giorni che ognuno di noi fa e non pensa di utilizzare la carta.

Come vede il nodo delle commissioni, anche nell'ottica degli indirizzi al pagamento elettronico di questo governo?
Rispetto alle scelte del governo io spero che si definisca una strategia piuttosto che una risposta tattica a un momento di impasse. Per quanto ci riguarda, noi abbiamo lavorato moltissimo per poterci presentare presso i piccoli esercenti con un discount rate che sia accettabile.


Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it