18/12/2019

economia

La gestione attiva è la scelta vincente

 

Naumer (AllianzGI): in un contesto con forti incertezze e con alta volatilità le soluzioni multi asset potrebbero rappresentare la strategia ideale

Il 2020 sarà l'anno delle "decisioni". In primo luogo sui futuri sviluppi economici: si verificherà una stabilizzazione, un'accelerazione o un rallentamento (recessione)? In secondo luogo sul fronte monetario: dobbiamo attenderci tassi ancora più bassi e liquidità ancor più a buon mercato? E infine in ambito geopolitico: Trump verrà rieletto? Ci sarà un nuovo presidente? Come evolverà il conflitto commerciale globale? Assisteremo a una Brexit ordinata?
Per quanto riguarda l'economia, manteniamo un cauto ottimismo in vista del nuovo anno. A una crescita probabilmente inferiore al potenziale e al rallentamento negli USA, si aggiunge il rischio di ripercussioni negative più gravi del conflitto sino-americano sull'economia.

La gestione attiva  la scelta vincente

La politica monetaria espansiva dovrebbe rivelarsi complessivamente favorevole per i mercati azionari. Quantomeno negli USA, dove la Federal Reserve Bank (Fed) ha preso posizione e monitora attentamente l'andamento dell'economia.
La situazione è diversa nell'Unione Europea. Un ulteriore intervento sui tassi rappresenterebbe solo una sorpresa negativa e di recente la Banca Centrale Europea (BCE) ha enfatizzato - o meglio, riconosciuto per la prima volta - gli effetti collaterali indesiderati delle sue politiche, ribadendo la necessità di interventi sul fronte fiscale. In ogni caso, la liquidità disponibile è abbondante, a differenza della propensione a consumare o investire di più, che risulta scarsa.
Tornano alla mente le parole dell'ex ministro delle finanze tedesco Karl Schiller: "Puoi portare un cavallo all'acqua, ma non puoi costringerlo a bere".

Seguici: 

Dovremo fare ancora i conti con tassi negativi. Il contesto geopolitico alimenta l'incertezza.
Un aumento della volatilità appare inevitabile: la gestione attiva risulta quindi la scelta vincente. A fronte di rendimenti del mercato (beta) che con ogni probabilità saranno modesti, e di tassi negativi che continuano a erodere il patrimonio degli investitori - 12,4 miliardi di dollari di obbligazioni presentano rendimenti inferiori allo zero, senza citare l'inflazione - occorrerà fare affidamento sull'alpha. Sia a livello di selezione dei singoli titoli, sia di rotazione tra le varie asset class.
Al contempo, sembra che i mercati stiano nuovamente adottando un atteggiamento risk on/risk off, che prevede l'alternarsi delle fasi di propensione e avversione al rischio, con una minore correlazione tra le asset class, come spesso avveniva in passato, e un approccio "swap and change" sempre più diffuso.

In questo contesto le soluzioni multi asset potrebbero rappresentare la strategia ideale. E perché non considerare anche un tema di carattere strutturale, come l'intelligenza artificiale? Inoltre la stagione di distribuzione dei dividendi è sempre più vicina. Ancora una volta le distribuzioni degli utili societari dovrebbero fungere da "airbag".
Hans-Jörg Naumer, Director, Global Capital Markets & Thematic Research presso Allianz Global Investors



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it