08/07/2020

leisure

Lavoro, dalle parole ai fatti

 

Metti dodici esperti di lavoro intorno al tavolo del futuro e scoprirai dove stiamo andando

Ricette ne sono state elaborate moltissime, incontri, stati generali, summit si sono susseguiti. Ora basta, dalle parole, anche ci circostanza, occorre passare ai fatti, pochi, concreti, e immediatamente realizzabili. In gioco c'è no solo l'uscita dalla crisi e una ripresa economica ma anche il futuro di questo Paese.
Tratta di questo l'interessante lavoro, curato da Walter Passerini, giornalista e professionista, uno tra i primi a studiare e raccontare il lavoro in Italia fin dagli anni 70, dal titolo "Basta chiacchiere! Un nuovo mondo del lavoro", edito da FrancoAngeli.

Lavoro, dalle parole ai fatti

Diversamente, e questo è un primo pregio del testo, Passerini dà la parola 12 manager, imprenditori, studiosi, sindacalisti per raccogliere le rispettive proposte concrete sul tema. Tutte costruite e suggerite sulla base delle proprie esperienze e punti di osservazione di un mondo travolto e in cerca di un nuovo senso ed equilibrio.
Il coronavirus ha cambiato il mondo, e con esso l'economia che lo regola. Il lavoro, già prima tema caldissimo, assume ora una necessità ineludibile. Solo ricreandolo, ma capace questa volta di assecondare le nuove esigenze, potrà tornare ad essere la leva della crescita e del cambiamento di questo Paese.
Lavoro che si porta appresso un altro tema: le competenze, che debbono essere identificate, teorizzate e trasmesse ai giovani. Recupero del concetto di talento e di merito; diniego di politiche assistenzialistiche che drogano il lavoro, allontanandolo da quella che è già oggi, e di più in futuro, l'era in cui si gioca la crescita e il rilancio.

Seguici: 

Si debbono ripensare anche le relazioni sindacali da un lato e le politiche di gestione delle risorse umane dall'altro, riportando in auge stimoli e valori spesso criticati quali l'ambizione, l'individualismo, l'imprenditoria.
Non a caso il testo si apre con un bellissimo ritratto-racconto, a firma di Silvia Cacchi, giornalista del Corriere della Sera, che racconta Leonardo Del Vecchio, classe 1935 e patron Luxottica, che rappresenta al meglio l'idea di imprenditore partito dal nulla, svantaggiato, ma che ha saputo non sol creare un impero ma ha voluto farne partecipi tutti i suoi collaboratori. Non a caso spesso paragonato ad Adriano Olivetti.
Il racconto e i suggerimenti racchiusi nel volume curato da Passerini debbono essere divulgati e fatti conoscere ai giovani d'oggi. Il successo realizza, ma richiede sforzo, intuizione e dedizione. Valori di cui anche nel lavoro si sente molto la mancanza.

Titolo: Basta chiacchiere! Un nuovo mondo del lavoro
Autore: Walter Passerini
Editore: FrancoAngeli
Pagine: 168
@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione
@Aures Facebook



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it