14/10/2020

leisure

Non di soli KPI vive un'azienda, soprattutto in un'epoca di pandemia - Punto e a capo

 

Si crede di poter misurare tutto, di poter avere tutti i dati a disposizione, ma la realtà è differente

Se prima del lockdown pensare di lavorare per obiettivi sembrava un'impresa impossibile per tante imprese e tanti lavoratori italiani, oggi non è più così.
Le imprese oggi raccolgono tutti i dati possibili, sono diventate "dativore", ma il problema non è questo, è cosa se ne fanno di questi dati?
Si è portati a raccogliere i dati per misurare tutte le prestazioni dell'azienda e poter prendere le decisioni migliori.

Non di soli KPI vive un'azienda, soprattutto in un'epoca di pandemia - Punto e a capo

Tutto sostanzialmente bellissimo, ma è chiaro che le decisioni vengono prese su elementi concreti, ossia sulle domande che ci si pone e le risposte vengono cercate nei dati.
Quindi, in buona sostanza, si tende a cercare di trovare dei KPI, dei Key Performance Indicator, che possano indirizzare l'azienda.
E' una presunzione molto in voga, ma ogni indicatore misura un andamento, fornisce una fotografia più o meno istantanea, solo che è quantitativa, non qualitativa.
Quanti click, quanti prodotti venduti, quante iscrizioni all'evento, quante richieste di informazioni, quanti elementi prodotti, quanti scarti, quanti errori. ecc..
Sono tutte analisi che vanno benissimo, ma che leggono sempre il passato e il presente, ma non dicono niente del futuro.
I KPI permettono di valutare le operazioni in corso, ma non quelle future che potrebbero richiederne altri, perché il mercato è cambiato, le condizioni sono cambiate o un evento esterno ha modificato tutto.

I KPI in epoca della pandemia da coronavirus non hanno funzionato, perché non era possibile confrontarsi con nessuna situazione del passato.
Questo non dimostra che i KPI non servano, ma che non sono l'unico supporto alle decisioni.
I KPI sono nati per portare efficienza, non per portare innovazione, anzi, dove c'è innovazione non si riescono a trovare dei KPI.
Nel frattempo le aziende inglobano dati, cercano di trovare delle soluzioni perché gli è stato detto che il dato è il nuovo petrolio. Vero, ma il valore del petrolio è rappresentato dai suoi derivati, che valgono molto più del barile.
Redditività, efficienza ed efficacia non sono elementi sbagliati, tutt'altro, ma non sono tutto. Soprattutto se lo scenario cambia.


Seguici: 

Iscriviti al canale YouTube

Il libro ''Digilosofia: la filosofia del digitale'' le sfide della digital transformation
Guarda l'ultima puntata del #LateTechShow .


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it