18/11/2020

leisure

Non avrai altro brand all'infuori di me

 

Il personal branding è uno dei temi più caldi nel dibattito manageriale

Lo Ionismo, religione fai da te oggetto di un film di qualche anno fa, si attaglia perfettamente allo scritto "Personal Branding", di Maria Carmela Ostillio, edito da Egea oggetto della nostra riflessione settimanale. L'autrice propone un'interessante lettura del fenomeno in forza della quale la persona, con il suo sapere, con ciò che pensa e con le scelte quotidiane che compie (molte della quali nell'agorà digitale) finisce per farsi promotore di un brand.
Si potrebbe leggere lo stesso fenomeno come approccio che occorre darsi, ovvero essere sé stessi un brand, capace di promuovere valori e posizioni condivise da una massa crescente di individui.

Non avrai altro brand all'infuori di me

Cresce quindi l'interazione marca individuo, marca valori consumo e dimensione sociale dell'individuo. Fin tanto ad arrivare ai credo della persona. Questo per consentire quella che gli ingegneri genetici, i virologi, i microbiologi chiamerebbe zoonosi della marca nell'individuo.
Del resto viviamo in un'epoca in cui la natura ci riserva terribili minacce e non abbiamo idea di cosa ci possa attendere nel prossimo futuro.
Tornando alla marca, è certo che più si avvicina al cuore della persona più sarà questa la sua migliore ambasciatrice.
Il testo, partendo così dall'esperienza nel marketing passa a tratteggiare come la persona possa accreditarsi, distinguersi e accrescere il suo valore utilizzando gli strumenti in auge per il marketing.
Ma come si realizza tutto questo?
Il testo lo spiega in modo chiaro. Riferendosi agli ambasciatori delle marche, per emergere e farsi memorizzare in una prima fase necessariamente scelti tra i Vip.

Seguici: 

"Queste ultimi, poi, non sono più solo personaggi pubblici del mondo dell'arte e dello sport - la cui immagine è sempre stata oggetto di ampia diffusione mediatica - ma vengono ora affiancate da micro-celebrità o professionisti - manager e persone comuni con visibilità pubblica e privata, ampia o ristretta - soprattutto quale effetto dell'onda digitale sulle spesso banalizzate pratiche di autopresentazione, impression management e self-promotion".
Ecco quindi che nei capitoli del testo l'autrice scorre le diverse fasi di questo percorso, focalizzandosi su tre imperativi.
Spiega infatti che "la gestione del sé, frutto di un lavoro riflessivo, evidenzia tre sfide significative: autenticità, coerenza e controllo. Queste divengono sempre più importanti perché connesse a un mondo digitale in continua trasformazione non solo in termini di nuovi contesti economici, sociali e lavorativi, ma anche strettamente collegati all'accresciuta disponibilità di mezzi e canali di autopromozione, all'elevata velocità diffusiva e alla maggiore esposizione dell'immagine personale, causa diffusa di una crescente vulnerabilità individuale.

Tutto questo richiede dunque autenticità, intesa come onestà, sincerità e trasparenza nel gestire con equilibrio la propria personal identity (quindi senza un'eccessiva autopromozione), ma anche coerenza nella sua presentazione e obiettività, fatta di autocontrollo, in merito ai risultati reputazionali che si intende raggiungere".
Titolo: Personal Branding
Autore: Maria Carmela Ostillio
Editore: Egea
Pagine: 192

@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione
@Aures Facebook



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it