09/12/2020

economia

Quali sono le prospettive per l'ESG e i mercati azionari europei?

 

Jamie Mills O'Brien (Aberdeen Standard Inv.): aziende e cittadini stanno dando un peso sempre crescente ai fattori ESG nel processo decisionale relativo agli investimenti

L'Europa si sta affermando come leader a livello mondiale per il suo impegno nel campo della sostenibilità. Il Green Deal europeo ne è una evidente manifestazione. Ursula von der Leyen, presidente del Consiglio Europeo, si è spinta a dire che questo piano è per l'Europa "come lo sbarco del primo uomo sulla Luna".
Annunciato nel dicembre 2019, si stima che il Green Deal mobiliterà 1.000 miliardi di euro di investimenti nel corso del prossimo decennio per consentire all'Europa di realizzare la sua visione di un'economia a impatto neutro sul clima, con zero emissioni nette di gas serra entro il 2050.

Quali sono le prospettive per l'ESG e i mercati azionari europei?

In risposta alla pandemia da Covid, inoltre l'UE ha annunciato una manovra di sostegno da 750 miliardi di euro, della quale il Green Deal europeo è parte integrante ed essenziale. Mentre i dettagli sono ancora in fase di messa a punto, è già possibile individuare una serie di priorità che presumibilmente beneficeranno di vantaggi legati al contesto normativo nel corso della futura ripresa: decarbonizzazione dei cicli di produzione dell'energia elettrica in Europa; sostenibilità ambientale dei trasporti e delle operazioni logistiche e riqualificazione degli edifici e delle infrastrutture.
Attenzione all'ESG anche a livello societario
Le ambizioni sul piano delle dinamiche ambientali, sociali e di governance, ovvero ESG, e la capacità di primeggiare in questo campo sono evidenti anche a livello di singoli paesi e aziende. Nel mese di ottobre 2020, una ricerca condotta da BAML (Bank of America Merrill Lynch) ha valutato 34 Paesi diversi sotto il profilo dei fattori ESG. I Paesi dell'Europa settentrionale hanno ottenuto un punteggio elevato rispetto alle controparti globali, con tutte le nazioni eccetto la Finlandia saldamente posizionate "sopra la media".

Seguici: 

Questa attenzione alle tematiche ESG risulta evidente anche a livello societario. Le aziende europee presenti nell'indice MSCI hanno ottenuto un punteggio ESG superiore a qualsiasi altra regione rappresentata. Nel contempo, un'altra ricerca di Bank of America ha rilevato che il 64% delle società con rating AAA di MSCI si trova in Europa.
Inoltre, il 50% delle aziende europee è risultato appartenere alla categoria dei leader ESG (punteggi MSCI pari ad AAA-AA) e solo il 3% si colloca nella fascia dei peggiori. A novembre 2019 anche BAML ha evidenziato che l'Europa è all'avanguardia non solo nelle politiche di Paese, ma altresì a livello societario con l'83% delle imprese nella regione che presenta punteggi ESG superiori rispetto alle controparti di settore altrove.
Quanto sono popolari gli investimenti ESG

La maggiore attenzione ai temi della sostenibilità da parte dei cittadini ha fatto crescere l'importanza della questione anche nell'agenda politica. Lo stesso sta accadendo anche sui mercati finanziari, come testimonia l'aumento esponenziale della popolarità che gli investimenti ESG stanno riscuotendo. Nel 2019, un rapporto di BAML ha evidenziato che il 67% dei fondi ESG globali è stato lanciato in Europa. Anche i flussi sono importanti, in parte per effetto della composizione demografica degli investitori e delle nuove generazioni, che sono più sensibili ai temi ambientali e sociali rispetto ai loro predecessori.
Le implicazioni per gli investitori
Nonostante le numerose sfide, siamo ottimisti riguardo alle prospettive ESG quando si guarda al mercato azionario europeo. Il Green Deal apre una stagione di impegno serio e ad ampio raggio nell'affrontare i grandi problemi con cui il mondo intero deve confrontarsi. Iniziative come la tassonomia europea sono un tentativo prezioso di trasformare la sostenibilità da ambizione lodevole ad azione concreta.

Nel mondo delle aziende, sono numerose le società europee che possono dirsi leader globali in campo ESG e proliferano i business innovativi nel settore della produzione di energia, dei veicoli elettrici, delle infrastrutture e così via. Noi riteniamo che società di questo tipo contribuiranno a trainare i mercati azionari nel prossimo decennio e oltre.
Ma, soprattutto, è notevole il fatto che i cittadini stiano dando un peso sempre crescente ai fattori ESG nel processo decisionale relativo agli investimenti. Il rapido aumento della popolarità dei fondi ESG ne è la chiara dimostrazione.
Riteniamo quindi che le aziende europee siano in prima linea nelle tematiche ESG e possano rispondere in modo efficiente e innovativo alla trasformazione dei modelli di business che il Green Deal ha delineato.
Jamie Mills O'Brien, Investment Manager and Stuart Brown, Investment Director Aberdeen Standard Investments



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it