13/01/2021

sport

Il Chelsea riesce a fare un profitto di 32,5 milioni di sterline, nonostante la pandemia

 

Pur con un calo di fatturato dovuto alla sospensione del campionato e le partite senza pubblico, i conti tengono grazie alla partecipazione alla Champions League e alle sponsorizzazioni

La pandemia ha colpito duramente tutte le squadre di calcio, ma nonostante tutto, c'è anche chi è riuscito a chiudere il bilancio in attivo.
Parliamo del Chelsea, ha registrato un profitto di 32,5 milioni di sterline (36,2 milioni di euro) nonostante abbia visto un calo di quasi 40 milioni di sterline nel fatturato del gruppo.
I risultati finanziari della squadra londinese per l'anno fiscale terminato il 30 giugno 2020 derivano da una stagione in cui è arrivata quarta in Premier League, ha raggiunto la finale di FA Cup ed è uscita dalla Uefa Champions League agli ottavi di finale.

Il Chelsea riesce a fare un profitto di 32,5 milioni di sterline, nonostante la pandemia

Il fatturato del gruppo del club londinese è sceso a 407,4 milioni di sterline dai 446,7 milioni di sterline dell'anno precedente a causa dell'impatto della pandemia COVID-19. Tuttavia, nonostante il calo delle entrate, il gruppo ha registrato un profitto di 32,5 milioni di sterline per l'anno, che riflette il ritorno del club in Champions League e i profitti realizzati su una serie di vendite di giocatori durante l'anno finanziario 2019-2020.
L'anno precedente il fatturato del Chelsea era salito a 446,7 milioni di sterline da 443,4 milioni di sterline. Il gruppo ha tuttavia registrato una perdita di 96,6 milioni di sterline nell'anno, riflettendo gli acquisti di giocatori e i relativi costi, nonché la mancanza della partecipazione alla Champions League, insieme ai costi associati al cambio di gestione della prima squadra.
I ricavi da broadcasting e dai matchday per il 2019-20 sono diminuiti rispettivamente di 17,6 milioni e 12,2 milioni di sterline, principalmente a causa della sospensione della stagione a marzo 2020. Ciò ha portato alle ultime quattro partite casalinghe di campionato della stagione e alla conclusione di entrambi i tornei di FA Cup e Champions League a svolgersi a porte chiuse. Cosa che si riverberà nell'anno finanziario 2020-2021.

Seguici: 

Il Chelsea ha dichiarato: "c'è stata una perdita completa della vendita dei biglietti e di altre entrate legate alle partite, a causa di sconti o crediti forniti ai tifosi. Inoltre, sono stati riconosciuti sconti dovuti alle emittenti nazionali ed estere, questo è stato proporzionato al numero di partite giocate nella stagione 2019-20, pertanto questo sarà un fattore rinviato all'esercizio 2021".
I ricavi delle attività commerciali sono diminuiti di 9,5 milioni di sterline, a causa degli effetti della chiusura delle attività non quotidiane a marzo 2020, nonché della diminuzione dei ricavi dagli eventi pre-stagionali e della diminuzione dei proventi delle commissioni di prestito dei giocatori. Ciò è stato compensato da un aumento netto delle entrate di sponsorizzazione da rinnovi di partnership in essere e nuovi attivi.
Il Chelsea ha affermato che l'impatto del COVID-19 sulle entrate è stato parzialmente compensato dalla riduzione dei costi del matchday a causa del rinvio delle partite. Tuttavia, il club ha deciso di non utilizzare il programma di mantenimento del posto di lavoro del governo del Regno Unito, nonostante il pagamento degli stipendi del personale a tempo pieno e temporaneo che non era tenuto a lavorare, per tutto l'anno finanziario 2020.

Il presidente del Chelsea Bruce Buck ha dichiarato che "come per molte, molte aziende in tutto il mondo, la pandemia ha avuto un impatto significativo sul reddito del Chelsea, ma è un segno della forza e della stabilità della nostra posizione finanziaria che la società è stata in grado di ottenere un profitto nell'ultimo esercizio.
Ciò è stato fatto continuando a investire nel nostro staff e infatti se il calcio normale non si fosse fermato a marzo, le proiezioni mostrano che avremmo raggiunto un profitto e un fatturato record. Ciò avrebbe rappresentato un aumento delle entrate per il quinto anno consecutivo.
Nonostante l'impatto del COVID-19, i flussi di entrate sono rimasti forti, e la nostra squadra sta dimostrando in campo che il club è in una buona posizione per continuare a crescere quando il calcio è in grado di funzionare come ha sempre fatto in precedenza
".



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it