17/02/2021

leisure

Se Elon Musk diventa il nuovo Trump e ci perdiamo i compromessi - punto e a capo

 

Nell'epoca della comunicazione via social, un messaggio può generare enormi cambiamenti finanziari

Viviamo nell'epoca della comunicazione, dei social ma soprattutto in una strana forma di democrazia che di democratico ha solo il nome.
Non mi sto riferendo alle votazioni sulle piattaforme private di partecipazione come può essere Rousseau, ma sto parlando di comunicazione in generale.
Se avete voglia, leggetevi questo articolo del Time che racconta alcuni risvolti delle elezioni americane che possono esemplificare il concetto di democrazia moderna.

Se Elon Musk diventa il nuovo Trump e ci perdiamo i compromessi - punto e a capo

Lo scopo della discussione verte sui messaggi sui social di personaggi importanti.
Il testimone di Trump, colui che con un tweet spostava miliardi di dollari in un lampo, sembra essere stato raccolto da Elon Musk.
Infatti, ogni sua dichiarazione è destinata a spostare l'attenzione su determinati argomenti.
Recentemente è accaduto con i Bitcoin. E' bastato dire che verranno accettati per comprare le Tesla e il prezzo è letteralmente schizzato alle stelle.
Nei giorni precedenti ha avuto una posizione molto dura, scagliandosi contro i venditori allo scoperto sui titoli di GameStop.
Prima ancora con SpaceX.
Potremmo andare avanti, ma è un crescendo nell'ultimo periodo, senza trascurare la "botta" che ha dato a Twitter nel momento in cui ha dichiarato di "staccarsi un po' dal social".

In un'epoca caratterizzata dall'eccesso di informazione, è curioso che l'attenzione venga sempre più polarizzata in pochi, pochissimi elementi.
Eppure è quanto avviene e l'effetto bolla, ossia il gruppo che ci "ruota attorno sui social", non fa altro che amplificare questi effetti.
In sostanza, abbiamo a disposizione una conoscenza incredibile ma ci perdiamo dietro le notizie di pochi.
Con spazi enormi per le fake news, che hanno anche il vantaggio di sembrare sempre più vere perché ripetute costantemente, ma soprattutto perché stanno diventando sempre più difficili da verificare.
Il mondo digitale sta cambiando, è chiaro, e il mondo reale è sempre più legato al digitale.
Le distorsioni oggi sono davvero alla portata di tutti e la polarizzazione delle posizioni è evidente.
Se prima politicamente qualcuno diventava un "nemico" perché non la pensava come te, oggi il nemico diventa il vicino di casa che parcheggia la bici in un posto sbagliato, il collega che non vi mette in copia in una mail o l'azienda che ha fatto una pubblicità non politically correct.

Seguici: 

Sembra che trovare gli eroi o i demoni sia diventata una necessità umana, ma più che altro è un modo per "tirare a campare".
Guardatevi lo spot di Jeep (che è di FCA, quindi degli Agnelli) di Bruce Springsteen: bisogna arrivare ai compromessi.
Ma ce lo siamo dimenticati, eppure è uno degli aspetti degli essere umani più apprezzabili.


Iscriviti al canale YouTube

Il libro ''Digilosofia: la filosofia del digitale'' le sfide della digital transformation
Guarda l'ultima puntata del #LateTechShow .


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it