Luglio_2013

fare

Cresce anche in Italia la domanda di temporary office

 

Mastroianni (Ufficiarredati.it): La flessibilità è sempre più richiesta anche nell’organizzazione e nella disponibilità degli spazi di lavoro

Si diffonde in Italia il fenomeno dell’ufficio “chiavi in mano”. Secondo una ricerca effettuata dal network Ufficiarredati.it su 70 gestori affiliati e non, che costituiscono il 30% del mercato, la domanda di temporary office è cresciuta del 40% nell’arco del periodo marzo 2012 - maggio 2013. Il noleggio è richiesto soprattutto per brevi periodi: per mezze giornate, giornate intere o anche solo fasce orarie. A utilizzare questo servizio sono principalmente professionisti, come studi associati, società per la selezione del personale, studi legali.

Cresce anche in Italia la domanda di temporary office

L’ufficio temporaneo, conveniente e subito disponibile: è questo che viene più apprezzato nella scelta del servizio. Tra i plus, al primo posto nei risultati del sondaggio con il 62% delle preferenze troviamo l’immediata disponibilità di un ufficio, anche in poche ore dalla richiesta. Seguono con il 59% il prezzo, e quindi la convenienza rispetto all’affitto, e con il 48% la versatilità intesa come la possibilità di organizzare il lavoro e gli spazi secondo le specifiche esigenze del momento.
Inoltre, il 47% degli intervistati ha dichiarato di aver registrato un mantenimento dei prezzi dei servizi di noleggio uffici, sia per brevi sia per lunghi periodi.
“La flessibilità è sempre più richiesta anche nell’organizzazione e nella disponibilità degli spazi di lavoro, dove per imprese, multinazionali e professionisti il noleggio dell’ufficio solo per periodi limitati è diventato una scelta più comoda e conveniente”, dice Gianluca Mastroianni fondatore di Ufficiarredati.it, che aggiunge: “Il temporary office è una diretta conseguenza di come il lavoro è cambiato, in primis nel passaggio dal posto fisso al ruolo di free lance e startupper, figure che spesso hanno bisogno di un ufficio solo per riunioni o per l’utilizzo dei servizi di segreteria”.


Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it