Novembre_2013

fare

La forza globale del lavoro necessita delle giuste competenze

 

Secondo la nuova edizione del Hays Global Skills Index 2013, le cause della disoccupazione non dipendono (solo) dallo stato dell\'economia di un Paese. Governi e imprese devono sviluppare le giuste competenze tra i futuri professionisti

L\'economia mondiale sta fronteggiando una grave mancanza di figure specializzate: 18 su 30 delle più importanti economie internazionali stanno, infatti, affrontando carenza di competenze, mentre sia i livelli di disoccupazione sia il numero di posti vacanti sono in aumento. E, in molti mercati, la potenzialità della forza lavoro non soddisfa le competenze richieste dalle aziende.

La forza globale del lavoro necessita delle giuste competenze

La gravità della recente recessione non spiega da sola né le cause alla radice della disoccupazione, né perché il mercato del lavoro non riesca a fornire quei professionisti con competenze specializzate che le imprese richiedono. Paesi con un economia in calo come la Spagna, dovrebbero fornire ai professionisti le competenze necessarie, così come quei Paesi le cui economie stanno invece fronteggiando meglio la recessione.
Queste sono solo alcune delle conclusioni che emergono dall’“Hays Global Skills Index 2013”, un report pubblicato da Hays, uno tra i gruppi leader a livello globale nel recruitment specializzato, in collaborazione con Oxford Economics.
Il report, dal titolo “The Great Talent Mismatch” e basato su un\'analisi dei mercati del lavoro in 30 delle più importanti economie mondiali (tra cui l’Italia), e mette in evidenza come le imprese e i governi dovrebbero lavorare sinergicamente per diffondere tra i professionisti le giuste competenze e le specializzazioni necessarie, per garantire una ripresa sostenibile e una crescita per il futuro.

Seguici: 

Il problema della mancanza di corrispondenza tra specializzazioni disponibili e richiesta delle aziende affligge diversi continenti. La situazione è particolarmente grave negli Stati Uniti, che stanno fronteggiando una ripresa economica caratterizzata dall’assenza di lavoro, o in Spagna, Portogallo e Irlanda, paesi gravemente colpiti dalla crisi dall\'Eurozona. Il Giappone è alle prese con una stagnazione economica mentre nel Regno Unito, l\'attuale ripresa economica ha messo in luce una mancanza di competenze specifiche in diversi settori.
Carenza di competenze e specializzazioni
La situazione sembra migliore in una serie di altri mercati, ma l\'azione del governo e della comunità imprenditoriale è indispensabile per affrontare la carenza di competenze e specializzazioni. Il mercato del lavoro specializzato deve poter operare con maggiore flessibilità, allineando l\'istruzione e i servizi preposti all’educazione alle esigenze economiche. In questo modo verrà garantito il più alto numero possibile di lavoratori qualificati nelle generazioni che prenderanno parte al mercato del lavoro.

“L’edizione della Hays Global Index Skills 2013 porta in primo piano un paradosso nei mercati del lavoro qualificato di tutto il mondo”, ha commentato Alistair Cox, Amministratore Delegato di Hays. “Le aziende a livello globale stanno lottando per trovare professionisti con il giusto mix di competenze, anche se milioni di persone restano tuttora senza lavoro. È troppo facile dare la colpa della disoccupazione alla recessione globale: i governi e le imprese possono - e devono - fare molto di più, per sviluppare le giuste competenze tra i professionisti, assicurandosi futura prosperità”.
“La presenza di persone competenti è alla base di ogni organizzazione di successo e trovare la persona giusta per una determinata posizione lavorativa può rivoluzionare le imprese, rendendo più forti le società in cui viviamo – conclude Cox - Non ci sono soluzioni facili in grado di risolvere i problemi che il mercato del lavoro qualificato sta attraversando. Riteniamo tuttavia che i principi di base delineati nell’Hays Global Skills Index possano essere applicabili in ogni Paese e potrebbero consentire un reale progresso verso la soluzione dei problemi all\'interno dei mercati internazionali del lavoro. Tutti potranno trarne notevoli benefici a lungo termine”.

Hays Global Skills Index:
• Non esiste un chiaro legame tra performance economica di un paese e l\'efficienza del proprio mercato del lavoro. Sono le politiche per l\'occupazione e i servizi educativi e didattici, non le condizioni economiche, le chiavi per affrontare la mancanza di specializzazioni e competenze.
• Pochi Paesi hanno sistemi educativi che forniscono le competenze e le specializzazioni necessarie che le aziende e il mondo del lavoro richiedono.
• La maggior parte dei paesi hanno richieste di lavoro poco flessibili, in cui i principali gruppi in età lavorativa non riescono a partecipare al mercato del lavoro
• Economie in via di sviluppo come la Cina e l\'India hanno una forza lavoro altamente flessibile, ma sistemi educativi che forniscono competenze che difficilmente si adattano alle mutevoli condizioni economiche.
L’Hays Global Skills Index 2013 è consultabile all’indirizzo http://www.hays-index.com/2013/



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it