Ottobre2012

idee

Mork & Mindy e la fiesta finita

 

Mork viene dal pianeta Ork e Mindy cerca di spiegargli come funziona la vita sulla terra. Una rubrica di Gian Luca Bocchi

Mork: Ciao Mindy, non ci crederai ma sono veramente stufo di questo paese. Ruberie, corruzione e sperperi proprio da chi dovrebbe pensare al bene del paese e, per contro, sacrifici imposti sempre alle fasce più deboli. Ma quando sono arrivato sulla Terra non potevo scegliere un luogo migliore???
Mindy: Difficile scegliere oggi Mork, con la crisi che si è propagata in quasi tutte le regioni del pianeta, è sempre più arduo trovare isole felici. Se con la tua astronave fossi atterrato un più a est ti saresti ritrovato in Grecia, paese splendido ma ora con difficoltà superiori alle nostre, e a ovest saresti sceso in Spagna..
Mork: Bella la Spagna, già quella mi sarebbe andata meglio: sangria, flamenco e movida. Mica lo squallido teatrino politico cui assistiamo noi ...

Mork & Mindy e la fiesta finita

Mindy: Beh, sai Mork con tutte le volte che ti ho tolto le fette di salame sugli occhi nei confronti dei problemi dell’Italia, non posso esimermi dal farlo ora nei confronti dei cugini spagnoli. Se oltre al gol di Miccoli da centrocampo, tu seguissi anche qualche programma di informazione avresti potuto assistere alla clamorosa ondata di proteste di massa che sta attraversando la Spagna, soprattutto dopo che il primo ministro iberico, Rajoy, ha reso noti i dettagli della nuova manovra finanziaria che il suo governo si appresta a varare. Quaranta miliardi di euro tra tagli alla spesa e aumenti di tasse, rialzo dell’Iva dal 18% al 21%, congelamento delle pensioni e tagli dei dipendenti pubblici. E come se non bastasse la Catalogna, motore dell’economia spagnola, ha intenzione di proporre un referendum sull’indipendenza della regione, indipendentemente dal fatto che Madrid lo ritenga illegale.

Mork: In realtà Mindy, qualcosa ho seguito, nonostante mi sembra ci sia una scarsa copertura dei fatti spagnoli da parte dell’informazione italiana …
Mindy: la penso come te per questa volta. La protesta popolare è terribilmente sottovalutata dal governo e ho forti timori che ciò a cui stiamo assistendo in questi giorni possa solo peggiorare una volta che saranno concretizzate le condizioni a cui Madrid riceverà gli aiuti finanziari dall’Unione Europea. Sai com’è, Mork, ho come un dejavu . Anche Atene ha messo le sue piazze a ferro e fuoco ma in Europa non ha fatto molta eco. Credo che invece per la Spagna la risonanza potrebbe essere ben più ampia. Per parafrasare ciò che ha detto un paio di anni fa Elena Salgado, ministro delle finanze spagnolo “la Spagna non è la Grecia” .. infatti la sua economia è molto più grande e, per certi versi, è messa peggio.

Seguici: 

Mork: ma Mindy dài non fare la terrorista. Lo sanno tutti che la Grecia è l’ultima della classe, la pluri-ripetente. Quella che nel noto comune e per dirla alla Groucho Marx non avrebbe mai dovuto aderire ad un club che l’ha accettata come membro ...
Mindy: a ben guardare purtroppo molti paesi si stanno rivelando incapaci di affrontare le difficoltà in cui versa l’eurozona. Il trattato di Maastrich in effetti e i dogmi che ne costituiscono la struttura forniscono buone indicazioni solo quando la congiuntura economica è benigna, mentre hanno palesato enormi vuoti normativi e totale assenza di meccanismi di aggiustamento in caso di scenari quale quello che stiamo vivendo in questi anni. Ma torniamo alla Spagna. Lo sapevi che il debito privato spagnolo (famiglie, aziende, banche) è circa il 300% del Pil ? No, dico: tre volte il prodotto interno lordo! Siamo sempre abituati a parlare di debito pubblico e ci dimentichiamo di quello privato. La Grecia invece , tanto per ragionare in termini comparativi come ho accennato prima, ha un debito pubblico enorme ( nonostante sia già stato ristrutturato) ma il debito privato è meno della metà di quello spagnolo. Senza parlare della tragica situazione delle banche iberiche, i cui bilanci sono infarciti di titoli e crediti legati al settore immobiliare, volano dell’economia spagnola nel decennio 1995-2005 ed ora, dopo lo scoppio della bolla, tragica zavorra del paese. Il sistema finanziario è inoltre sottoposto ad una continua emorragia di fondi dai propri conti di deposito. Pensa Mork che nel solo mese di luglio i depositi bancari spagnoli si sono contratto per 74 miliardi di euro, cifra che rappresenta circa il 5% del totale dei depositi delle banche spagnole, quindi non proprio noccioline.. Anche in agosto i primi dati parlano di altri 70 miliardi di euro che se ne sono andati. E allora Mork io mi chiedo se le misure di austerity possono oggi risolvere la situazione? Le nuove tasse imposte ed i licenziamenti operati oggi da molti governi europei sono forse conseguenza di politiche di bilancio poco misurate negli anni precedenti . Forse. Ma di una cosa sono abbastanza sicura; che le misure restrittive imposte oggi saranno certamente la causa di una recessione domani. Con un tasso di disoccupazione pari al 25% e una disoccupazione giovanile vicina al 50% chi potrà permettersi di consumare, investire, fare le vacanze, acquistare beni durevoli?

Mork . Insomma Mindy, non mi posso neanche lamentare. Sognavo di spostarmi in un paese qui a fianco per sfuggire alle ipocrisie e alle ingiustizie di questo e sei riuscita a farmi cambiare idea anche su questo.
Mindy: Purtroppo Mork, la Fiesta è finita! Ma non solo in Grecia o in Spagna, forse un po’ In tutta Europa. Solo i mercati finanziari sembrano non accorgersene, ma economia e finanza viaggiano su binari tra loro sempre più distanti.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it