Settembre_2013

economia

Sale la fiducia degli investitori sulle prospettive di crescita globale

 

Hartnett (BofA Merrill Lynch): L\'attuale stagione degli utili mostra che la ripresa globale si riflette nel rendimento delle imprese europee. L\'eurozona è il mercato principale più sottovalutato e l\'ottimismo sull\'azionario della regione deve essere sostenuto

Gli investitori globali sono diventati significativamente più fiduciosi sulle sulle prospettive di crescita. Questo è quento emerge dalla BofA Merrill Lynch Fund Manager Survey di agosto. Il 72% degli intervistati si aspetta ora un’economia mondiale in crescita nel corso dei prossimi 12 mesi – la più forte lettura del sondaggio su questo aspetto in quasi quattro anni e con un aumento notevole dal 52% di luglio.

Sale la fiducia degli investitori sulle prospettive di crescita globale

Gli investitori restano preoccupati per un "atterraggio duro" in Cina, anche se questo atteggiamento si è calmato dal mese scorso. Più della metà del panel identifica ancora questa minaccia come il più grande rischio per i mercati e le economie. Tuttavia, il 32% degli investitori si aspettano una crescita economica più debole della Cina, rispetto al 65% di luglio.
Allo stesso tempo, il sentiment verso la zona euro è migliorato notevolmente. Non meno dell’88% dei gestori di fondi europei ora anticipano rafforzamento della regione nel prossimo anno, il doppio del livello registrato lo scorso mese. Gli intervistati considerano maggiormente la crescita più forte come la soluzione più probabile per la crisi del debito della zona euro, piuttosto che gli interventi da parte della Banca centrale europea.
Per il 56% degli intervistati il vento di coda macroeconomico si riflette in una ulteriore sovraponderazione di titoli azionari. Allo stesso modo, le aspettative di un aumento dell\'inflazione e dei tassi di interesse a lungo termine hanno portato a un aumento di sottopeso in obbligazioni (per il 57%). Le consistenze di cassa si sono ridotte leggermente dal più alto livello annuale di luglio, ma rimangono a un tasso del 4,5%. Questo sembra legato alle diffuse aspettative tra gli investitori (sette su otto) che per il momento la ripresa rimarrà sotto-trend.

Seguici: 

"Mentre le aspettative di crescita globale sono aumentate molto rapidamente, la buona notizia è che i livelli di liquidità rimangono alti. Alcuni mercati emergenti offrono delle opportunità allettanti per distribuire questi importi", ha dichiarato Michael Hartnett, chief investment strategist di BofA Merrill Lynch Global Research.
"L\'attuale stagione degli utili mostra che la ripresa globale si riflette nel rendimento delle imprese europee. Con la zona euro che è di gran lunga il grande mercato più sottovalutato, l\'ottimismo sui titoli azionari della regione deve essere sostenuto", ha aggiunto John Bilton, investment strategist Europa.
Il ritorno dell’eurozona
Con gli outlook macroeconomici della zona euro sempre più positivi, gli investitori stanno si posizionando sui titoli azionari della regione. Il 20% degli intervistati sarebbero in sovrappeso su una vista di 12 mesi. Questo segna la più alta lettura del sondaggio su questo aspetto in oltre sei anni e rende la regione come miglior scelta per gli investitori in questo orizzonte, prima del Giappone. Già il 17% segnala di essere sovrappeso attualmente, con un aumento di 14 punti percentuali dal mese scorso.

Il sentiment migliorerebbe ulteriormente se l’unione bancaria europeo fosse stata attuata. Questo rimane il fattore chiave per una ripresa completa della propensione al rischio europeo, secondo gli intervistati, oltre ad aspettarsi riforme strutturali nelle economie periferiche e le prove di forti utili societari.
Sentiment ancora perplessi sui GEM
La debole convinzione degli investitori nei confronti dei mercati emergenti globali (GEM) è evidente; il 19% si dichiara sottopeso in azioni su questi mercati. Questo ulteriore indebolimento rispetto al mese scorso, rappresenta il livello più basso registrato nel sondaggio in quasi due anni, anche se più di tre quarti dei gestori di fondi specializzati vedono le azioni GEM sottovalutate.
Ciò nonostante, alcuni casi positivi sui GEM si distinguono dal sondaggio. In particolare, la Corea (in senso lato riferendosi al Kospi Index della Corea del Sud) ha visto una notevole inversione di tendenza nel sentiment dal mese scorso. Gli specialisti GEM ora considerano quel mercato tra le loro prime scelte (insieme a Cina e Russia), dal 21% sottopeso nel mese di luglio.

Capex sugli scudi
Data la forza delle prospettive macroeconomiche, le imprese dovrebbero allocare più risorse per investimenti che potrebbero garantire e addirittura migliorare la loro crescita futura. Il 64% del panel ritiene che le aziende stanno sottoinvestendo nelle loro aziende, in aumento di altri sei punti percentuali rispetto alla forte lettura di luglio.
La richiesta degli allocatori per più aggressivi investimenti riflette i dubbi sulla forza dei futuri utili societari. L\'indagine rivela le aspettative di migliori profitti, con il 43% dei gestori di fondi globali in cerca di migliori EPS per l\'anno prossimo, il livello più alto dall\'inizio del 2011.
Ma solo una minoranza (32%) giudica che l\'universo aziendale globale sia in grado di raggiungere le due cifre di EPS nel periodo.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it