_Dicembre2012

fare

Beenz: uno strumento estremamente flessibile e cross-merchant

 

Soddisfa il desiderio degli utenti di ricevere una ricompensa e ne fa l’ingrediente principale di una ricetta in grado di stuzzicarli e coinvolgerli in azioni a valore

Le aziende dedicano molte risorse per incrementare i clienti che acquistano i loro prodotti e servizi e per aumentare i fan delle pagine dedicate al proprio brand nei social media. Ma ottengono il ritorno desiderato? Come emerge da una ricerca di Duepuntozero Research-Doxa, dei 21 milioni di utenti attivi su Facebook in Italia, circa 14 milioni aderiscono ad almeno una fanpage di un brand sul social network. Ma il 64% di questi è pigro: si limita a guardarla da lontano, pubblica pochi post e raramente partecipa raccontando la propria esperienza. Emerge tuttavia un dato interessate finora sottovalutato: circa il 90% di chi segue una brand community online desidera ricevere sconti e promozioni.

Beenz: uno strumento estremamente flessibile e cross-merchant

Beenz soddisfa il desiderio degli utenti di ricevere una ricompensa e ne fa l’ingrediente principale di una ricetta in grado di stuzzicarli e coinvolgerli in azioni a valore. Lo fa attraverso una modalità semplice e appetitosa sia per l’azienda che per l’utente finale: Beenz regala fagioli, i beenz.
I beenz sono un piccolo incentivo, semplice e immediato: fagioli virtuali da accumulare per convertirli in buoni da spendere dove si vuole all’interno del network Beenz. Il cliente non può comprarli. Non può scambiarli. Li può ottenere gratuitamente interagendo con chi li offre in rete o nella distribuzione tradizionale a fronte della partecipazione ad attività di engagement e call-to-action promosse dalle aziende partner della community Beenz. Ed è proprio questo che farà diventare Beenz un gioco divertente e contagioso.

La varietà di azioni a cui può essere associata la fornitura di beenz è potenzialmente infinita: scrivere recensioni, rispondere a sondaggi, effettuare check-in in negozi, fotografare codice a barre, iscriversi a newsletter, partecipare a eventi, consigliare prodotti agli amici e molto altro ancora.
Beenz è, infatti, uno strumento estremamente flessibile e cross-merchant: permette ai marketing manager di qualsiasi categoria di prodotto di associare la fornitura di beenz al tipo di interazione che ritengono più strategica, stabilendo la quantità di beenz da fornire come ricompensa.
La soddisfazione dei clienti e il loro coinvolgimento in interazioni frequenti con il brand sono la garanzia più efficace del ritorno sull’investimento.
Per riscattare i beenz accumulati, i clienti hanno a disposizione un’ampia gamma di soluzioni accattivanti, destinate a diventare un forte incentivo a incrementare la raccolta di beenz fino a scatenare una vera e propria beenz-mania: buoni acquisto per lo shopping online e offline, buoni carburante, regali, abbonamenti a riviste, biglietti aerei o pernottamenti presso i migliori hotel, così come biglietti per concerti o gift card e molto altro ancora in un network di partner affidabili e di qualità.

Seguici: 

Comunicare ai clienti le proprie call-to-action per accumulare beenz, o la modalità per riscattare i beenz, è semplice ed efficace.
Beenz fornisce infatti alle aziende partner una piattaforma multi-canale in grado di raggiungere i clienti su qualsiasi dispositivo, anche mobile, offrendo la massima visibilità e comodità sia di utilizzo che di raccolta dei beenz da parte dell’utente, ovunque si trovi.
Sul sito www.Beenz.com i clienti potranno sia conoscere i partner commerciali che offrono i beenz e i punti vendita presso cui ottenerli, che verificare la quantità di beenz accumulati e le opportunità di sconto e di acquisto con le quali convertirli.
Scaricando invece la app per iPhone, smartphone Android o Blackberry, sarà inoltre possibile ricevere offerte e sconti da poter utilizzare immediatamente presso il rivenditore più vicino alla propria posizione. L’app Beenz segnalerà inoltre il percorso più breve per raggiungere il punto vendita mentre, all’interno dei negozi, permetterà di guadagnare ulteriori beenz attraverso la scansione dei codici a barre dei prodotti o dell’area del negozio dove si fa check-in.

Anche i social media saranno coinvolti nella comunicazione di call-to-action e promozioni: il sito web e le app permetteranno ai clienti di condividere con gli amici su Facebook e con i follower su Twitter le proposte ricevute per guadagnare o spendere i beenz. Gli utenti finali diventano così veri e propri evangelist della raccolta dei beenz e dei brand partner presso i propri amici, rendendo il gioco e l’accumulo virali con ogni loro azione.
Ai propri clienti è possibile chiedere ben più di un “mi piace” sulla fanpage di Facebook. Da oggi è possibile renderli protagonisti delle proprie attività di comunicazione. E non è necessario promettere la luna. Basta un beenz!



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it