_Dicembre2012

idee

I veri valori lo sono per sempre

 

Bonferroni: In momenti di grande crisi si riscoprono i veri valori. Nella cultura internazionale Il Teatro alla Scala li tutela da sempre. Nel marketing, brand come Le Fablier, hanno come vocazione la tutela dei valori classici più preziosi

Questa rubrica si ispira alla human satisfaction, visione che, per obiettivi di business, offre alle imprese una tendenza evolutiva della customer satisfaction, e in particolare del restrittivo modello “consumatore”.
Le esigenze che un’impresa e i suoi brand devono soddisfare, per svilupparsi:
Nell’area emotiva: necessità di forma, simpatia, sintesi, fiducia, apprezzamento, realizzazione, attrazione, relazione.
Nell’area razionale: necessità d’informazione, dialogo, economicità, sicurezza, praticità, utilità, assistenza, valore.

I veri valori lo sono per sempre

Nell’area etica: attenzione al prossimo, stima, onestà, eco-compatibilità.
Due casi: Teatro alla Scala e Le Fablier
La più completa soddisfazione umana, trova la sua causa prima nei valori profondi, e non nelle semplici emozioni superficiali delle quali sono pieni i mezzi di comunicazione attuali. Dopo anni e anni di “ubriacature” e di menzogne, vediamo come conseguenza positiva della crisi epocale, che è anche conseguenza della mancanza di valori etici e morali, una forte reazione che in molte persone sta avvenendo sia a livello razionale che inconscio, che porta a riconsiderare i valori tradizionali e classici come un fondamento solido da cui ripartire con fiducia e con lumi di speranza.
In questo processo umano, alcuni simboli culturali e anche di mercato, possono rappresentare esempi da seguire per i nostri progetti. Consideriamone due fra i tanti che ognuno di noi potrà riscoprire nel proprio mondo ed esperienza: il Teatro alla Scala, faro internazionale di cultura e vanto italiano, è un illustre esempio. Ma anche nel campo dell’economia di mercato si possono scoprire valori che per loro stessa missione tendono a restare inalterati nel tempo. Abbiamo preso a simbolo di questa tendenza fortunatamente non sopita, un brand che si chiama Le Fablier, che nel settore arredamento rappresenta da anni quei – valori per sempre – confermati con coerenza, sia nelle scelte dei materiali, sia nella classicità della lavorazione.

Il caso Teatro alla Scala
www.teatroallascala.org  
Ecco il sito di uno dei classici mitici templi della musica e della cultura. Visitarlo è anche un’avventura culturale, per la ricchezza dei contenuti e delle informazioni. A Milano, venendo dal Duomo, ed entrando in galleria Vittorio Emanuele, non è possibile non “sentire” la presenza dei grandi compositori da Verdi, a Puccini, Rossini e tantissimi altri che si incontravano, fra l’altro, anche con Giulio Ricordi per un caffè e per uno scambio di opinioni e di idee sui loro progetti, destinati a entrare nella memoria eterna della vera cultura.
Percorrendo la galleria appare in tutta la sua nobiltà il Teatro alla Scala, dove molte opere dei grandi Maestri venivano eseguite per un pubblico raffinato e competente. Viene costruito sulle ceneri del Teatro Ducale nel 1776, per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria, e inaugurato nel 1778 con “l’Europa riconosciuta” di Antonio Salieri. Il suo nome deriva dal luogo sul quale il teatro viene edificato, dove sorgeva la Chiesa di Santa Maria alla Scala, su progetto dell’architetto neoclassico Giuseppe Piermarini. Nel 1812, con l’avvento di Rossini, diventa il luogo deputato del melodramma italiano e della musica colta, con la sua evoluzione lungo un secolo, e con la sua tradizione esecutiva, fino ai nostri giorni. Le coreografie di Salvatore Viganò (1769-1868) e di Carlo Blasis (1795-1878) estendono il primato artistico del Teatro al balletto. Come potrete approfondire nel sito, numerose e fondamentali saranno le tappe culturali del Teatro, da Bellini, a Verdi, a Toscanini, a De Sabata, per arrivare alla Callas, ad Abbado, a Muti, via via fino ai nostri giorni. Nel 1997 il Teatro si trasforma in Fondazione di diritto privato, aprendo una decisiva fase di modernizzazione.

Seguici: 

In sintesi la tendenza del Teatro alla Scala alla human satisfaction
Area emotiva: necessità di forma, simpatia, sintesi, fiducia, apprezzamento, realizzazione, attrazione, relazione.
E’ facilissimo constatare personalmente, andando al Teatro alla Scala, come eleganza formale, attrazione e apprezzamento, siano moti naturali che sgorgano dal proprio animo calato nella spettacolarità e nei contenuti delle varie rappresentazioni. Veniamo accolti da un mondo quasi sospeso tra terra e cielo, nella piena spirituale felicità che sentiamo nel nostro intimo e che porteremo per sempre con noi. Il valore della vera cultura dunque è per sempre patrimonio di tutti e individuale nello stesso momento.
Area razionale: necessità d’informazione, dialogo, economicità, sicurezza, praticità, utilità, assistenza, valore.

La parte razionale e logica della nostra psiche, che sembrerebbero meno direttamente coinvolti dalle emozioni culturali, in realtà assorbono dalle stesse gli elementi che si sedimentano e che contribuiscono a solidificare una piattaforma stabile che nel comportamento di tutti i giorni si traduce in sicurezza e utilità pratica.
Area etica: attenzione al prossimo, stima, onestà, ecocompatibilità.
La cultura in genere e la cultura musicale in particolare, come trasmissione immediata di valori percepibili emotivamente in una totale apertura mentale e spirituale, alimentano in modo profondo l’amore per il prossimo in quanto la stessa musica nel profondo della psiche e della creatività è amore. Lo stesso sentimento porta con se i semi per alimentare onestà, stima e amore non solo per le persone ma per la natura e il mondo intero, come “difesa” dalla negatività.

Il caso Le Fablier
www.lefablier.it
In questo website potrete trovare informazioni dettagliate sul brand e sui prodotti Le Fablier, che, in modo coerente con la vocazione e la missione dell’impresa, sono frutto della filosofia che si identifica nella sintesi - valori per sempre – e si incarna in prodotti classicamente moderni e in prodotti moderni con l’anima della classicità. Michela Barona, fondatrice e “anima” dell’impresa, se avrete la fortuna di conoscerla, saprà con amore e semplicità trasmettervi il messaggio che l’impresa e i suoi prodotti hanno al loro interno, e che si può sintetizzare soltanto in due parole: sensibilità e amore. Su Youtube potrete fare la sua conoscenza. In particolare vi consigliamo i video allegati. 
Le Fablier nasce nel 1981 dall’intuizione per una nuova dimensione dell’arredamento, innovativa, coraggiosa, hi-tech, capace di fondere comfort e funzionalità, estetica e innovazione, creatività ed emozione. La dimensione abitativa assume per Le Fablier i contorni di un luogo intimo e funzionale, in cui lo stile italiano sposa perfettamente le tendenze cosmopolite del design contemporaneo. Il riconoscimento ottenuto dall’azienda fin dagli esordi, in Italia e all’estero, è senza precedenti, ponendosi fra le imprese italiane di maggior successo nel settore di riferimento. Sulla scena internazionale Le Fablier viene accreditata come forza pioneristica nell’avanguardia del design: lo sviluppo di idee e traiettorie innovative ne contraddistingue lo stile, il carattere, la forte identità, ma anche una cultura dell’abitare, espressione di linguaggi universali. Oggi Le Fablier è un’azienda dall’esperienza trentennale impegnata nella realizzazione di percorsi di ricerca innovativi intorno a forme e materiali di volta in volta inediti e ad alto contenuto creativo. L’ispirazione per i nuovi prodotti è la vita, moderna e metropolitana, che genera la “scenografia” del quotidiano, calibrando funzione ed emozione. Le Fablier si avvale della collaborazione di giovani talenti, designer ed architetti di livello internazionale, che ne condividono e rafforzano la missione.

In sintesi la tendenza alla human satisfaction di Le Fablier
Area emotiva: necessità di forma, simpatia, sintesi, fiducia, apprezzamento, realizzazione, attrazione, relazione.
E’ consigliabile dare un’occhiata alla collezione Le Fablier, anche soltanto per rendersi conto di come la forma e il design siano immediatamente percepibili come messaggi d’amore e di rispetto per le esigenze di bellezza che ognuno di noi coltiva nel proprio io. Provare… per credere. C’è da restare stupiti. Quando poi si trovano elementi desiderabili, necessariamente potremo approfondire nello stesso sito e nei punti di vendita, quanto ci interessa.
Area razionale: necessità d’informazione, dialogo, economicità, sicurezza, praticità, utilità, assistenza, valore.
Ogni spazio, nelle nostre case, ha una propria necessità strutturale e funzionale. I prodotti Le Fablier, come noterete, nascono proprio dallo sviluppo di queste necessità, per trovare in ogni spazio la risposta più modellata sulla misura che voi stessi potrete verificare come “ad hoc” per i vostri spazi. I – valori per sempre – di Le Fablier, lo sono anche per questa capacità di interpretazione delle umane necessità razionali oltre che emotive.

Area etica: attenzione al prossimo, stima, onestà, eco-compatibilità.
I vostri parenti, amici, e chi vorrà curiosare nella vostra abitazione, si sentiranno probabilmente un po’ “invidiosi” di come i prodotti Le Fablier siano la scelta più giusta per la valorizzazione dei vostri spazi. Sarà naturale capire come “dietro” a questi prodotti, esista un grande rispetto dei materiali naturali e delle loro componenti valoriali. La stima e l’ammirazione per voi e per il vostro abitare, avranno un forte incremento anche grazie a loro.
Marzio Bonferroni
http://it.wikipedia.org/wiki/Marzio_Bonferroni
e in www.humansatisfaction.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it