_Febbraio2013

fare

Il giardino dei social: alla ricerca dei vantaggi

 

I social network offrono un vantaggio reale per le imprese? la ricetta di Tatchit

Schiere di giovani e promettenti startupper del Web stanno marciando alla ricerca di clienti a cui proporre vantaggi più o meno dimostrabili sul mondo social. Siamo tutti dell\'idea che ci sia un problema di fondo. Non si tratta di conoscere il comportamento dei potenziali clienti, si tratta di capire come agire sulle tribù e sulle comunità in modo efficace. Per essere efficaci bisogna avere una strategia e questa manca nella maggioranza delle imprese che decidono di essere “social” semplicemente “perché non puoi non esserci”. Sono finiti i tempi delle vacche grasse, la tecnologia é è cattiva perché ci misura in modo infallibile. La tecnologia riempie i nostri archivi e genera big data che nessuno interpreta o vuole interpretare. Dal punto di vista della strategia bisogna avere chiaro che l\'obbiettivo primario delle campagne social è sempre e solo quello di generare conversioni. Se si è una azienda di software si deve arrivare a far si sì che i potenziali clienti provino il software. Se si vendono prodotti il fine ultimo sarà quello di pilotare ogni attività al proprio sito e-commerce e profilare il cliente in modo assoluto. "Conosco aziende che hanno fanbase Facebook di centinaia di migliaia di persone - afferma Krister Mossberg CEO di Tatchit - ma che non si sono mai chieste chi siano quelle persone. Sono poche le aziende che hanno incaricato studi per segmentare questi “likes” e disegnare campagne efficaci. A che vi serve una fanbase se non sapete cosa c’è dentro? A pilotarci una RSS e vedere l\'effetto che fa?". 

Lo chiamavano “bocca-orecchio”

Il giardino dei social: alla ricerca dei vantaggi

La tecnologia non ha fatto altro che generare entropia. Troppa informazione dietro un concetto molto semplice: di’ agli altri cosa ti piace. Al cliente non bisogna solo vendere, bisogna soddisfarlo. Bisogna generare dei clienti che possano raccomandarci, che possano far conoscere ad altri la propria esperienza di acquisto positiva. Ma tutto questo deve generare conversioni. Meglio avere 100 clienti che comprano che averne 100.000 potenziali che non lo fanno. La rete porta idee fuorvianti di servizi “free”, tutto diventa lecito e gratis. Tanti startupper girano senza sapere dove stanno i clienti e pensano che il successo sia un fattore direttamente relazionato con l\'economia di scala. Questo non é altro che il famoso concetto di “sparare nel mucchio”. Per non parlare di quegli startupper che non hanno neanche un’idea del Business Model da adottare, o si nascondono dietro a fantasiosi Modelli Canvas.

Seguici: 

Social Gardening
Appare oggi un nuovo player con un approccio totalmente differente. La rete è piena di strumenti che ti permettono di analizzare gli influencer e valutarne la reputazione di un brand. Nella verde Svezia, un gruppo di persone con una grande esperienza, ha iniziato a riflettere su cosa mancasse veramente. Tatchit è un’azienda fondata da Krister Mossberg e da altri intrepidi ragazzotti con le guance rosse e le camice a scacchi, con una visione innovativa dei social media. L’esperienza ha fatto nascere Social Gardening Suite, un prodotto completamente diverso da quanto c´è in giro in questo momento. Questo software non solo aiuta le aziende a capire gli influencer dei propri brand, ma permette anche una programmazione delle attività e una gestione integrale della comunicazione su tutti i canali. “Ognuno di noi ha il proprio giardino sociale” dichiara Mossberg, “dove ci sono diversi canali da gestire e strategie da realizzare, per questo abbiamo pensato ad uno strumento che rendesse tutto piú semplice ed omogeneo.”

Il tuo giardino
Cerca di capire cosa succede nel tuo giardino. Hai mai fatto un controllo mirato a un singolo Tweet? Sai se ti ha portato nuovi followers? Sai se é è stato nefasto? Avere molti canali da gestire non è semplice. Diventa difficile senza una gestione centralizzata degli stessi e soprattutto senza un controllo pro-attivo. Quali sono le azioni positive e quali negative di maggior rilevanza nel tuo giardino? (Errands). Cosa sta succedendo nel tuo giardino? Quali sono le cose che devi assolutamente monitorare? Quali stanno monitorizzando gli altri? La tua strategia Social procede secondo gli obiettivi che ti sei posto? In che percentuale? A che punto sei? Gestisci le tue attività in modo scadenzato. Ottimizza il tuo tempo. Programma prima la tua attività sociale per poi controllare i risultati. Quali sono le attività che hanno generato più commenti? Quali quelle che ti hanno dato più seguito? Raccogli e genera un vero e proprio CRM a partire dal tuo giardino. Analizza chi ti sta seguendo e come lo sta facendo. Quali sono i canali più usati secondo il tipo di industria, di un determinato prodotto o di un brand. Quali sono i Blog di maggiore successo? Queste sono le questioni che si pone Mossberg, che continua: "l\'erba del vicino è sempre la più verde? Dipende. Nella sezione Neighbours possiamo monitorare l\'attività e i risultati dei nostri principali competitor. Possiamo sapere quali sono i canali più di maggiore successo dei nostri “vicini”. Possiamo creare i nostri indicatori. È più importante un retweet o una mention su Twitter? Dipende, se stiamo facendo un’azione virale il retweet va valorizzato di più, ma se cerchiamo referenze sarà più importante un altro aspetto. Se non sappiamo come settare gli indicatori troveremo il valore di default frutto dell\'esperienza degli altri utenti di Social Gardening".

“Guardando quello che il mercato propone abbiamo scelto di puntare ad uno strumento che racchiudesse tutte le funzioni più significative” dichiara Michele Iurillo Business Developer di Tatchit, “si potranno gestire diversi giardini per diversi clienti a differenti livelli di accesso in modo da poter creare veri e propri team sociali.”
Le buone intenzioni ci sono tutte. Il 2013 vedrà arrivare questa nuova iniziativa in rete. Ci sarà da divertirsi.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it