_Gennaio2013

economia

Cauto ottimismo sul Giappone per gli investitori

 

Williams (Theadneedle): l\'evoluzione dello Yen aiuterà la performance dei titoli del Nikkei. E la crescita di USA e Cina aiuterà l’export


Molti outlook internazionali sono contrastanti sulle prospettive per il 2013 del Giappone. Il recente cambio di governo successivo alle elezioni, apre però nuovi scenari. Per saperne di più abbiamo parlato con Sarah Williams, responsabile azionario giapponese di Threadneedle.
Il mercato azionario giapponese è attraente?
Per trovare il mercato azionario giapponese interessante abbiamo bisogno di trovare un motivo per cui i profitti aziendali possano crescere in modo significativo rispetto ai livelli attuali depressi, facendo apparire le azioni opportunamente a buon mercato. Gli utili delle società giapponesi non hanno mai avuto la possibilità di recuperare completamente dalla crisi finanziaria globale, perché subito dopo lo yen ha iniziato la sua ascesa inarrestabile verso una parità Y/$ a 75 partendo da un Y/$ 100+ precedente. Poi, nel 2011 sono stati colpiti dal terremoto più forte a memoria d\'uomo. E infine, lo scenario economico globale è stato debole, colpendo la domanda dei più grandi mercati di esportazione del Giappone, come la Cina. Ciò significa che anche se il mercato è stato debole, la valutazione del mercato non appare bassa. Il PER (Price Earning Ratio) non è inferiore a quello di altri importanti mercati, mentre il rapporto PB (Price to Book) ridotto riflette giustamente i bassi rendimenti e non è anomalo.

Cauto ottimismo sul Giappone per gli investitori

Ritiene che i risultati delle elezioni del 16 dicembre possano essere un catalizzatore per il Nikkei?
Secondo la maggior parte dei sondaggi, sarebbe stato necessario un cambiamento sismico nelle intenzioni di voto per l\'LDP per non riconquistare il potere nelle elezioni, anche se richiederà una qualche forma di coalizione con i partiti di minoranza. Pertanto, in una certa misura almeno, l\'elezione è già stata un catalizzatore per il Nikkei ed è responsabile del recente rally negativo dell’8%. Adesso, il duro lavoro avrà effettivamente inizio. Dovremmo tenere a mente che l\'LDP è stato al potere per la maggior parte degli ultimi cinquanta anni in Giappone e il leader dell’LDP, Abe, è stato Primo Ministro in precedenza. E\' storicamente difficile effettuare un cambiamento in Giappone.
L\'LDP ha vinto con un margine molto superiore del numero atteso, ottenendo una maggioranza semplice da solo. In coalizione solo con il Nuovo Komeito avranno 325 su 480 seggi della Camera bassa, dando loro il predominio di due terzi. L’elezione del Senato non si terrà fino alla prossima estate e, prima ancora, avranno bisogno dell’approvazione della Camera alta per la nomina chiave del prossimo governatore della Banca del Giappone. Si può discutere se l’LDP abbia conseguito un tale messe di voti a causa di un ritorno della loro popolarità sulla base delle promesse elettorali, oppure a causa di un forte voto di protesta anti-DPJ, dopo che le loro promesse delle campagne eletoriali precedenti non sono state rispettate. Comunque, sarà ora difficile per il DPJ bloccare tutto ciò che la LDP cercherà di fare, nonostante il DPJ continui ad avere la maggioranza nella Camera alta.

Seguici: 

Pensa che l\'evoluzione dello Yen aiuterà la performance dei titoli giapponesi?
Questo è semplicemente positivo. Le migliori aziende giapponesi seguono una politica di "auto-aiuto" e non aspettano che il loro governo o la Banca del Giappone metta in atto politiche di sostegno. Perciò esse hanno appena dovuto far fronte a uno Yen molto forte tagliando costi, migliorando l’efficienza, spostando la produzione offshore, e in generale prendendo le misure necessarie. Pertanto, uno Yen più debole sarà un aspetto positivo inaspettato e non ambiguo, se risultasse persistente. 
Il nuovo governo spingerà nuove politiche di stimolo?
Abbiamo il manifesto dell’LDP che illustra cosa intendono quando saranno al governo. Il partito sta valutando una serie di misure volte a stimolare la crescita economica e contrastare la deflazione e lo yen forte. I suggerimenti includono obiettivi per l’inflazione, la potenziale revisione della normativa che disciplina la Banca del Giappone per rendere la politica monetaria più efficace, la proposta di ridurre il tasso di imposta sulle società. Alcuni o tutti questi possono essere più positivi delle recenti impostazioni politiche. Tuttavia, si dovrebbe aggiungere un avvertimento molto forte che nessuno ha, finora, trovato facile per stimolare la crescita economica e contrastare la deflazione e ciò include lo stesso LDP. Se fosse così semplice, forse i primi passi per avere l’inflazione pari a zero o una crescita positiva del PIL nominale sarebbero stati più diffusi negli ultimi anni. Tuttavia, anche parlando di politica monetaria più aggressiva, essi hanno avuto un certo successo nell’indebolire lo yen ed è ben noto che cercheranno di nominare un nuovo governatore della Banca del Giappone che la pensi allo stesso modo. Finora sembrano piuttosto decisi almeno riguardo a questo punto.

Dal governo del Primo Ministro Abe possiamo aspettarci che le loro prime priorità saranno la presentazione di un bilancio suppletivo, in linea con le promesse elettorali, per aumentare opere pubbliche, e quindi la presentazione del bilancio per il 2013. Saremo particolarmente interessati a vedere come si sviluppano le loro intenzioni di raggiungere un’inflazione positiva in Giappone, e in questo si trovano le maggiori possibilità di un semplice rimbalzo forte di guadagno per gli esportatori.
Quali sono i titoli più interessanti di questo mercato?
Torniamo al precedente punto circa la necessità di trovare titoli che offrano una crescita degli utili e che siano a buon mercato. Uno Yen debole aiuta la crescita degli utili e rende ancora più interessanti investimenti in società di alta qualità che si "auto-aiutano", senza che si affidino alla nuova impostazione politica del governo. Società automobilistiche come Toyota, per esempio, stanno già facendo un ottimo lavoro di recupero dopo il terremoto, nonostante la moneta forte. Alcune società hanno approfittato del vantaggio positivo di uno Yen forte, facendo acquisizioni all\'estero in cerca di crescita e stanno ora godendo di un innalzamento immediato nel valore dello Yen delle loro acquisizioni. Un esempio potrebbe essere la società di telecomunicazioni Softbank, che investe in Sprint negli Stati Uniti; o la società di climatizzatori Daikin che ha acquistato la statunitense Goodman in un punto interessante del ciclo immobiliare statunitense. Queste società portebbero beneficiare di una risoluzione positiva del fiscal cliff statunitense, o se i nuovi leader in Cina stimoleranno la crescita nella loro economia. Vorremmo trovare in uno di questi due ultimi fattori un argomento più forte per il mercato giapponese, piuttosto che lo scenario politico interno da solo. La crescente fiducia negli USA e/o nella Cina, unita a uno Yen più debole, inizia ad essere un argomento abbastanza convincente.


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it