_Gennaio2013

leisure

L’economia del bene comune

 

Il modello economico del futuro, secondo la teoria di Christian Felber: alternativo, concreto e applicabile

I periodi di crisi sono eventi drammatici e infelici, ma proprio in queste circostanze spesso si generano idee e concetti nuovi come risposta. L’economia del bene comune descrive un modello economico alternativo, concreto e applicabile. Il progetto vuole essere una forma di economia di mercato nel quale le motivazioni e gli obiettivi delle aziende private sono sovvertiti: dall’orientamento al puro profitto e competizione alla ricerca del bene comune e della cooperazione. Quindi con un quadro di riferimento meno disumanizzante e più sostenibile che si impernia sui quei valori che contribuiscono a rendere appaganti le relazioni interpersonali: fiducia, responsabilità, supporto reciproco e collaborazione.
Il libro di Felber descrive tutti questi concetti, ed è proprio l’ideatore e il massimo esponente del movimento che ne parla diffusamente sia dal punto di vista delle idee, ma anche della pratica. L’economia del bene comune di Felber si orienta a imprese e iniziativa individuale proprio come nell’economia di mercato. Le imprese che la praticano però non sono in concorrenza tra di loro, ma collaborano per perseguire l’obiettivo del maggior bene comune e rispettano un codice etico condiviso: un approccio fondamentale nuovo.

L’economia del bene comune

Dopo la lettura di questo libro non si potrà più dire che nell’economia non ci sono alternative al capitalismo aggressivo e sfrenato e ai rigori metodici e inapplicabili del socialismo reale. L’economia del bene comune è una risposta concreta e sensata a speculazioni finanziarie, precarietà, povertà, dissesti climatici ed ecologici, migrazione, globalizzazione, deficit di democrazia, perdita dei significati profondi e decadenza dei valori umani. Fattori che, appunto, determinano la particolare fase storica che stiamo attraversando. 
Questo libro dimostra che dire ‘NO’ al capitalismo sfrenato non significa dire ‘SI’ al comunismo e offre un’alternativa tangibile ai modelli economici correnti. Il sistema economico proposto da Felber prende forma nel 2008, con la sua pubblicazione “New Values for our Economy” e si è continuamente raffinato grazie a interscambi, conferenze e articoli. In questo processo partecipano anche imprenditori che concretizzano realmente i meccanismi del modello; dalle 70 aziende iniziali che aderirono al progetto, si è arrivati attualmente a 160 (tra cui anche realtà del Trentino Alto-Adige) e i sostegni sono in continuo aumento.

Seguici: 

Cresce un movimento democratico: l’economia del bene comune. In un solo anno sono stati fatti tanti passi avanti e ora il manifesto del movimento viene pubblicato in una nuova edizione, attualizzata ed estesa.
Christian Felber è lettore all\'Università di Economia di Vienna, lavora come autore ed è stato attivo per tanti anni come consigliere amministrativo e addetto stampa di Attac in Austria. Nel 2009 ha fondato la “Bewegungsstiftung Österreich”, nel 2010 ha iniziato il progetto della “Banca Democratica”. Assieme a vari imprenditori ha sviluppato il modello di un’economia del bene comune, un’alternativa al sistema dell’economia dei capitali. Nel 2010 su iniziativa della rivista Lebensart è stato eletto “Creatore sostenibile 2010” nel settore società civile nonché “Comunicatore dell’anno 2010” nominato dall’associazione Public Relatons Austria.

L’economia del bene comune
Autore: Christian Felber
Pagine 248
Editore: Tecniche nuove



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it