04/02/2015

marketing

Le cinque migliori strategie di protezione del brand per quest'anno

 

Sicard (MarkMonitor): Nella pianificazione della strategia di marketing sarà utile seguire queste importanti tattiche di protezione, per aiutare a tutelare la salute del marchio e le prestazioni di marketing nei canali digitali

I marchi globali affrontano un numero crescente di rischi a causa di abusi del brand online, uso improprio e attacchi, ognuno dei quali può minare il ROI del marketing e mettere a rischio la reputazione del marchio, il traffico web e il ricavo. Nella pianificazione della strategia di marketing per il 2015, sarà utile seguire queste importanti tattiche di protezione, per aiutare a tutelare la salute del marchio e le prestazioni di marketing nei canali digitali.
1. Impedire agli impostori e ai falsari di intercettare il proprio traffico web

Le cinque migliori strategie di protezione del brand per quest'anno

I falsari e coloro che imitano i marchi online creano confusione per interferire con le promozioni digitali, intercettando il traffico web e minacciando le entrate dall'e-commerce. E' necessario essere proattivi e impedire ai truffatori di mettersi tra il marchio e i propri clienti. Affrontando le loro tattiche ingannevoli, i venditori possono recuperare il traffico web e ricavi e migliorare il ROI delle iniziative di marketing digitale.
2. Assicurarsi che i partner commerciali siano conformi alle linee guida del brand
I partner sono estensioni chiave del marchio, guidando il traffico online e di conseguenza le entrate. Per mantenere una brand experience coerente tra i canali digitali, è fondamentale assicurarsi che gli affiliati, i rivenditori, i franchising e anche i dipendenti, comprendano e seguano le linee guida del brand. Mettere insieme una politica di conformità chiara - e monitorare i canali digitali per assicurarsi che tutti i partner interni ed esterni si allineino con queste linee guida - aiuterà a evitare la confusione dei clienti, recuperare il legittimo traffico web e ridurre al minimo le commissioni inutili.

Seguici: 

3. Ottimizzare il portafoglio di domini e massimizzare il traffico web
Questo è un buon momento per entrare in contatto con l'amministratore del dominio aziendale e assicurarsi che i domini dell'azienda stiano servendo al loro scopo. Per massimizzare il traffico web, bisogna assicurarsi che ogni dominio della propria società punti a contenuti appropriati. Quando i consumatori digitano uno dei nomi a dominio dell'azienda, è utile avere chiaro dove si vuole che i potenziali clienti arrivino. Dovrebbero essere diretti al sito aziendale primario, al sito di e-commerce o a un microsito promozionale. Si rende necessario quindi prevedere i nomi di dominio internazionalizzato (IDNs) indiverse lingue per siti locali o nomi di dominio che contengano nomi chiave per contenuti dedicati. Bisogna approfittare di una rapida vittoria: scoprire il traffico web di qualità e contemporaneamente migliorare le prestazioni di marketing digitale.

4. Proteggere la reputazione del brand attraverso tutti i canali digitali – Social e Mobile
I canali digitali, tra cui i social media e le applicazioni mobili, stanno diventando una parte sempre più importante della vita privata e lavorativa delle persone. Non bisogna sottovalutare la minaccia di imitazioni, frodi e merci contraffatte in questi canali digitali in rapida evoluzione. Con il ROI delmarketing a rischio, i responsabili marketing devono fare di canali social e piattaforme mobili delle componenti essenziali della loro strategia di protezione del marchio.
5. Sviluppare una check-list per il lancio del prodotto che protegga il marchio stesso
Se si redige una check-list per il lancio di un prodotto, si deve essere sicuri di evitare le trappole più comuni che possono avere un impatto negativo sul brand. Lavorare con l'ufficio legale e con altri team interni in anticipo per fissare tutti i domini giusti - nei paesi giusti - – è essenziale per promuovere efficacemente il nuovo prodotto o servizio. Bisogna assicurarsi di mantenere segreti quei domini fino al lancio, per non facilitare i concorrenti. Inoltre, è importante assicurarsi che i partner non avviino le loro promozioni digitali prima del previsto. Accertarsi che i partner non lancino proprie campagne nei canali digitali chiave è garanzia di un lancio puntuale e coordinato.

Jerome Sicard, Regional Manager Southern Europe di MarkMonitor



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it