25/11/2015

economia

Societa' offshore: opportunita' interessanti nel rispetto della legalita'

 

L’evoluzione della domanda ha già trovato risposte adeguate nell'offerta di fiduciarie specializzate nella consulenza, in modo trasparente. Sono molti i Paesi interessanti, anche in Europa

Il recente braccio di ferro tra la Ue ed i titani del web e ICT va a toccare una sfera che rimane sempre molto delicata: quella del pagamento delle tasse. Un discorso che non sfugge a chi, alla luce delle "tasse quasi zero" pagate da queste società che fatturano miliardi di euro o di dollari, è pronto a scendere in campo per sfruttarne gli stessi vantaggi. Vantaggi che speculamente interessano anche gli stessi Paesi, in termini di occupazione e PIL.

Societa' offshore: opportunita' interessanti nel rispetto della legalita'

Ne è un esempio la provocazione promossa da un piccolo paese nel Galles, con meno di 3000 abitanti che, se arrivasse fino in fondo, trasformerebbe l'economia locale in un "probabilissimo" paradiso fiscale.
Ma come potrebbe essere possibile in un momento in cui le principali organizzazioni economiche internazionali stanno facendo pressing (sotto minaccia di un impietoso isolamento) per far uscire Paese dopo Paese dalla black list dei vari paradisi fiscali?
Un esempio emblematico giunge di recente dai dati riportati dall'ammontare dei capitali che sono stati fatti rientrare in modo regolare in Italia con la volontary disclousure, parlando di ben l'80% del totale detenuto nelle banche elvetiche che hanno subordinato la riservatezza alla trasparenza dettata dalla necessità di dialogo con gli altri Paesi europei e non solo.

Seguici: 

Per molti era solo una mera questione di privacy o di operatività più snella in caso di imprese operative su diversi scacchieri internazionali. In ogni caso, non rappresentava certamente reato possedere capitali o investimenti al di fuori dei confini. La questione posta oggi in essere è quindi meramente fiscale.
Al di là della liceità delle aliquote di imposta e pressione fiscale, che vedono l'Italia in testa tra i Paesi occidentali (basta vedere i dati della CGIA di Mestre per inorridire), è ancora possibile raggiungere obiettivi molto interessanti, in termini di risparmio, tramite la creazione di società offshore in Paesi scelti in modo appropriato e sfruttando semplicemente le leggi vigenti, con la sola attenzione rivolta al tipo di finalità che si vuole raggiungere.
Ovviamente quando si parla di luoghi come il Belize o Panama, la possibilità di poter eseguire una reale attività con altri Paesi (tanto gli Stati Uniti quanto quelli europei) diventa molto complicata se non impossibile, per cui è una scelta del tutto insensata se si vuole fare un'attività basata sull'import-export.

Per contro, guardando ad altre nazioni, come Gibilterra, la Romania, l'Irlanda o la Lituania (solo per citarne alcuni), si possono ottenere aliquote di tassazione molto favorevole, in modo legale e con vantaggi anche sulla riservatezza dei propri conti bancari.
Spesso le società offshore sono associate ai paradisi fiscali, solamente perché per lungo tempo, quando c'erano meno controlli a livello globale, erano i luoghi in cui fisicamente venivano fondate, con poca burocrazia e spesso con provenienza discutibile dei capitali impiegati.
Oggi invece è possibile usufruire di altri vantaggi, come la creazione di una società a capitale limitato con pochissimi fondi (da qualche centinaio a qualche migliaio di euro o dollari), una burocrazia più snella sia nella fase di costituzione sia per la tenuta delle scritture contabili e per gli obblighi di nomina di specifiche figure (come amministratori o direttori generali, ecc).

L'unico neo si può incontrare nell'individuazione delle giurisdizioni capaci di soddisfare il tipo di necessità contingente o programmata nel modo migliore. Ma dato che la domanda si sta evolvendo, l'offerta si è già adeguata con la creazione di fiduciarie specializzate nella consulenza e nell'apertura della società e nel Paese che meglio risponde alle varie esigenze palesate.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it