25/05/2016

marketing

Le regole 7 d'oro per il live tweeting

 

Non basta un hashtag per creare interesse su un evento. Sono necessari vari fattori tra cui una strategia chiara, obiettivi ben definiti, preparazione del materiale in anticipo e, soprattutto, un esperto in social media   

Si dice spesso, troppo spesso, che Twitter sia in declino. Eppure ci sono due scopi per cui Twitter è ancora imbattibile. Il primo è la gestione delle tragedie, dove l'informazione dal basso raggiunge punte inimmaginabili, l'altra gli eventi.
Fermiamoci agli eventi, elementi che possiamo gestire, e proviamo a delineare quali sono le regole principali per far espoldere un live tweeting di un evento che organizziamo.

Le regole 7 d'oro per il live tweeting

0) Non basta un hashtag. E' la base, lo sappiamo, ma è bene ricordare che non basta aver individuato un hashtag per avere successo. Deve essere corto, ricordabile, ma anche esplicativo. E' una condizione essenziale, ma non sufficiente.
1) Serve un esperto. Se organizzate un evento vi sono chiari i ruoli chiave, ossia chi si occupa della scaletta, degli ospiti, della sala, dell'audio, dei video, di presentare, delle luci, della scenografia, ... Allo stesso modo serve un esperto per i social, chiamatelo come volete, persino Social Media Coso, ma è una figura importante perché ha le conoscenze stimolare la discussione, rilanciare gli argomenti, ma anche indirizzare le discussioni, riportarle verso gli obiettivi online che ci si era preposti.
2) Gli obiettivi. L'obiettivo di un evento deve essere chiaro, può essere anche molteplice, ma in qualsiasi caso evidente, definito, comprensibile e raggiungibile. Il live tweeting deve servire per rilanciare gli argomenti e raggiungere lo scopo.

Seguici: 

3) I social sono conversazioni. Un evento rappresenta un monologo, Twitter crea conversazioni, estende la platea e amplia le visioni. Pensare di mostrare solo i tweet delle persone è un tentativo sciocco di far aumentare l'attenzione, ma in realtà non si costruisce valore, si accresce solo la vanità di pochi. La conversazione e il retweet portano il valore aggiunto perché l'evento ha una durata temporale ristretta, ma le relazioni possono tranquillamente continuare, come le discussioni. Anche qui la strategia di cui si è già parlato, è fondamentale.
4) L'evento è multimediale. Perché limitarsi ai testi? L'evento è fatto di emozioni, empatia, gioco di ruolo con il pubblico. Perché non sfruttare tutto questo valore utilizzando la multimedialità? Non stiamo parlando di Periscope, che è sempre di Twitter, ma di foto e brevi video, immagini in movimento. Catturano l'attenzione e sono riutilizzabili.

5) Siate prolissi (in 140 caratteri). Difficile seguire un evento su Twitter se i tweet sono ermetici, fanno riferimento a parti di frasi degli oratori. Non lesinate lettere, spiegate, fate vivere quello che vivete voi.
6) La scaletta serve. Avere un inizio, delle parti importanti e una fine non è un qualche cosa che il regista si trova sul momento: c'è una scaletta, degli argomenti che verranno trattati, delle slide che verranno mostrate. Tutto questo materiale viene preparato prima, quindi è a disposizione del Social Media Coso per offrire contenuti.
7) Lo storytelling funziona, ma non è tutto. Un evento, per quanto programmato alla perfezione, è fatto anche di sorprese, di interazioni col pubblico inaspettate. Raccontare quello che avviene fuori dagli schemi può essere di stimolo per chi non partecipa per fargli dire "mi son perso qualcosa". Il tutto è utile per il prossimo evento, perché quello che state organizzando non è certo l'ultimo della vostra vita.

La relazione va coltivata, cercare semplicemente notorietà non ha senso, come non ha senso cavalcare i trend.

@gigibeltrame



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it