09/11/2016

fare

Mergers & Acquisitions: a cosa guardano investitori e analisti

 

Compostella (APCO): al primo posto l'analisi dei fattori economici e finanziari. Il valore delle operazioni del settore è ai massimi dagli ultimi 20 anni

Due settimane fa, con 207 miliardi di dollari, si è registrato il valore più alto dal 1999 ad oggi, portando il mercato Mergers & Acquisitions ai massimi da quasi 20 anni. Ma quali sono i fattori del contesto socio-economico a cui gli addetti ai lavori guardano con particolare attenzione? Una ricerca su investitori e analisti condotta da APCO Worldwide, multinazionale di consulenza specializzata in comunicazione e relazioni istituzionali, rivela quali sono i fattori che Wall Street e la City considerano più importanti nei processi di M&A.

Mergers & Acquisitions: a cosa guardano investitori e analisti

"Certamente l'analisi dei fattori economici e finanziari dietro ogni opportunità rimane il primo passo nel valutare l'appetibilità di una possibile operazione di M&A", commenta Paolo Compostella, Managing Director di APCO Worldwide in Italia. "La novità è che, in un mondo economico e istituzionale sempre più interdipendente, fattori esterni e di difficile misurazione, quali la politica, i media e le numerose complessità regolatorie, assumono un peso sempre più incisivo e riconosciuto nelle scelte delle multinazionali: oltre sette intervistati su dieci studiano con attenzione e in anticipo le reazioni politiche e mediatiche generate da questo tipo di operazioni".
Ai primi posti della ricerca, infatti, si trovano i fondamentali finanziari ed economici. Il 92% degli intervistati considera importante la capacità di generare innovazione, valore per i clienti e crescita del fatturato. Seguono la potenzialità di mantenere la base di relazioni commerciali esistente ed evitare interruzioni per il business (87%), il valore complessivo dell'accordo (86%), il razionale e la visione strategica di medio-lungo periodo (84%). Anche fattori interni come la compatibilità culturale tra i partner dell'M&A o la capacità di mantenere i dipendenti motivati durante il processo di integrazione sono considerati chiave (82%).

Seguici: 

Ma analisti e investitori tengono sotto stretta osservazione anche fattori esterni, a cominciare dagli interventi regolatori che possono ostacolare l'M&A o dalle complessità giuridiche generate da operazioni internazionali: questi fattori sono considerati importanti dal 78% degli intervistati. Per il 71% pesano le reazioni attese dal mondo politico e dai media, con il conseguente impatto sulla reputazione delle aziende coinvolte e le relative ripercussioni sull'operatività attesa post acquisizione.
La ricerca, inoltre, ha analizzato la percezione di analisti e investitori in relazione alle ristrutturazioni aziendali. Anche in questo caso i fondamentali finanziari ed economici rivestono le prime posizioni, ma balzano all'occhio i fattori esterni: il 75% degli intervistati ritiene importante la capacità di dimostrare la funzionalità dell'operazione a generare benefici economici e sociali più vasti; il 68% la reazione del mondo politico e dei media; il 67% l'impatto sulla reputazione causato dalla riduzione o dal ricollocamento di posti di lavoro a cause della ristrutturazione.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it