_Febbraio2013

fare

Il Social Sentiment Index predice un nuovo trend nel retail: lo steampunk

 

Davis (IBM): La business analytics rivela la nascita di una tendenza: l\'estetica dello steampunk pervaderà la cultura pop nel 2013

Sulla base dell’analisi di oltre mezzo milione di post pubblicati su bacheche, blog, social media e fonti di informazione, IBM prevede che lo “steampunk”, un sottogenere che si ispira all’abbigliamento, alla tecnologia e ai costumi sociali dell’epoca vittoriana, sarà un’importante tendenza destinata ad emergere e ad affermarsi, nel settore del retail. Secondo le aspettative, le più importanti griffe della moda e aziende produttrici di accessori e gioielleria integreranno un’estetica steampunk nelle creazioni del prossimo anno.
Misurare le opinioni del pubblico può aiutare i direttori marketing delle aziende del retail a personalizzare incentivi e servizi per sintonizzarli meglio su ciò che chiedono i clienti, utilizzando i dati per adattare le proprie offerte e venire incontro ai trend in rapida evoluzione e alle esigenze dei clienti in tempo reale.

Il Social Sentiment Index predice un nuovo trend nel retail: lo steampunk

Attraverso la sua sentiment analysis, IBM ha rilevato che lo steampunk si sta evolvendo in un “meme” culturale, attraverso un serie di passaggi tra diversi campi culturali (come narrativa, arti visive, ecc.). Lo steampunk, combinazione di fantascienza e fantasy, è un sottogenere incentrato sui meccanismi gotici e sulla civiltà industriale del XIX secolo. Radicato nei progetti della civiltà industriale del XIX secolo, lo steampunk è uno stile di moda retro-futuristico, influenzato dalle opere di Giulio Verne, Nikola Tesla, HG Wells e altri.
Sfruttando la business analytics avanzata, IBM è riuscita a seguire la diffusione delle tendenze dal punto di vista geografico, cronologico e ora anche culturale. Dal 2009 al 2012, la quantità di conversazioni riguardanti lo steampunk è cresciuta di undici volte. Dal 2010, più di una ventina di grandi magazzini e rivenditori specializzati statunitensi sono diventati esperti di steampunk. Secondo le previsioni di IBM, nei prossimi due anni lo steampunk passerà da realtà "artigianale", ad alto costo e bassa produzione, a produzione di massa.

Seguici: 

Il progetto “Birth of a Trend” di IBM è un’iniziativa esclusiva, dedicata a comprendere la scienza che sta alla base della predizione dei trend online in grado di rivoluzionare un settore. Studiando il modo in cui i trend online si diffondono a livello globale, IBM fornisce solidi elementi di conoscenza sull’eventualità che ciò che fa tendenza sui social network sia, o possa verosimilmente diventare, una realtà commerciale.
Punti interessanti dell’analisi
• Il 33% delle conversazioni di moda online incentrate sullo steampunk si trova sui siti di giochi;
• Il 2010 ha visto un incremento anno su anno del 296% delle conversazioni. Questo aumento può essere attribuito agli eventi della NYC ComicCon ispirati allo steampunk nell’ottobre del 2010;
Twitter è il social network n.1 per le conversazioni sullo steampunk: ospita un numero di discussioni sei volte maggiore rispetto a Facebook;

• Il 63% delle discussioni di moda sullo steampunk è lanciato da persone sotto i 30 anni di età;
• Il 55% delle opinioni espresse sulla moda steampunk deriva dai blog.
“I rivenditori intelligenti sfruttano la social analytics per comprendere meglio, predire e definire la domanda dei consumatori verso i prodotti ‘must-have” prima della saturazione del trend sul mercato”, spiega Trevor Davis, Consumer Products Expert in IBM Global Business Services. “Restando un passo avanti a una tendenza man mano che si sviluppa, un rivenditore può controllare in modo più efficace le decisioni critiche di merchandising, magazzino e pianificazione. La tecnologia può fornire un’eccezionale capacità di previsione, per aiutare le aziende a distinguere una moda passeggera da un trend destinato a durare”.

L’IBM Social Sentiment Index combina sofisticate tecnologie di business analytics ed elaborazione del linguaggio naturale per valutare le opinioni dei consumatori tratte da Twitter, blog, bacheche e altri social media.
IBM Social Sentiment Index
L’IBM Social Sentiment Index sfrutta tecnologie avanzate di business analytics ed elaborazione del linguaggio naturale per analizzare grandi volumi di dati dei social media allo scopo di valutare le opinioni del pubblico. L’Indice è in grado di identificare e misurare le opinioni positive, negative e neutrali condivise sui forum pubblici, quali Twitter, blog, bacheche e altri social media, e fornire rapidamente elementi di conoscenza sulle conversazioni dei consumatori riguardo a problemi, prodotti e servizi. Le analisi delle opinioni espresse sui social media (social sentiment analysis), che rappresentano una nuova forma di ricerca di mercato, offrono alle organizzazioni nuovi spunti in grado di aiutarle a capire e a rispondere meglio alle tendenze dei consumatori. Le funzionalità di social sentiment di IBM sono fornite su una piattaforma per i Big Data leader del settore (industry-leading big data platform), in grado di accedere, archiviare e analizzare qualsiasi dato indipendentemente dalla velocità di movimento, dal tipo o da dove esso risieda.

Per maggiori informazioni sull’IBM Social Sentiment Index, visitare il sito www.ibm.com/social-sentiment.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it