05/05/2021

sport

I ricavi dell'UEFA scendono a 3 miliardi di euro per il 2019-20

 

Il bilancio chiuso al 30 giugno vede solo pochi mesi colpiti dalla pandemia. L'85,4 per cento del fatturato arriva dalla vendita di diritti sui media

Abortita o rimandata a tempi migliori la SuperLega, L'UEFA ha pubblicato il proprio bilancio 2019-20, che ovviamente risente della pandemia da COVID-19, che però ha inciso per meno di metà dell'anno fiscale.
L'organo di governo europeo del calcio, ha registrato ricavi per 3,04 miliardi di euro, con un calo di 819 milioni di euro rispetto ai ricavi generati nei 12 mesi precedenti.

I ricavi dell'UEFA scendono a 3 miliardi di euro per il 2019-20

La federazione continentale con sede in Svizzera ha identificato nel minor numero di partite giocate e degli sconti effettuati a broadcaster e sponsor, nonché dell'assenza di spettatori alle partite, la causa dei mancati introiti.
La perdita netta è stata di 73,9 milioni di euro, ma comunque l'UEFA si è mostrata soddisfatta di un fatturato in ogni caso superiore ai 3 miliardi.
Il bilancio in esame si conclude al 30 giugno 2020, e quasi 10 mesi dopo gli stadi sono ancora pressoché completamente interdetti al pubblico. Quindi molte stime sul futuro rimangono nel campo delle probabilità, più che delle possibilità.
Andando a vedere le cifre, scopriamo che 2,59 miliardi di euro (85,4 per cento) dei ricavi proviene dalla vendita di diritti sui media, con 417,8 milioni di euro (13,7 per cento) da diritti di sponsorizzazione, merchandising e licenza.

Seguici: 

La cifra delle entrate dei diritti media è calata rispetto ai 3,31 miliardi di euro registrati nel 2018-19, ma la UEFA ha sottolineato che prevede ancora entrate cumulative dei diritti media per 7,79 miliardi di euro nel ciclo delle competizioni per club 2018-21, rispetto ai 6,02 miliardi di euro nel 2015-18.
I ricavi totali delle competizioni per club di 2,73 miliardi di euro sono diminuiti di 487 milioni di euro rispetto al 2018-19, con la UEFA che lo ha attribuito a "pagamenti compensativi concordati a media e partner commerciali, nonché a finali giocate senza spettatori".
Il dato di sponsorizzazione, merchandising e diritti di licenza ha visto una diminuzione di 60,2 milioni di euro rispetto al dato 2018-19. Si prevede che le entrate combinate di sponsorizzazione, merchandising e diritti di licenza di competizioni per club raggiungeranno 1,32 miliardi di euro nel 2018-21, rispetto a 1,29 miliardi di euro nel 2015-18.

Le competizioni per club hanno rappresentato un punto di forza nei ricavi della UEFA (89,9%) con le competizioni per squadre nazionali responsabili di 279,8 milioni di euro (9,2%) dei ricavi totali. Il minor numero di partite di qualificazione europea e il rinvio delle finali di Uefa Nations League 2020-21 all'ottobre 2021 hanno comportato un calo delle entrate di 325 milioni di euro. E come ricordato, gli stadi sono ancora pressochè vuoti.
A seguito del rinvio di 12 mesi del Campionato Europeo Uefa 2020, i guadagni corrispondenti per quel torneo saranno riconosciuti nel bilancio 2020-21. E questo giustifica la richiesta all'Italia di assicurare almeno il 25% della capienza degli stadi in occasione della manifestazione.
I ricavi dei biglietti sono stati prevedibilmente in netto calo nel 2018-19, passando da 26,9 milioni di euro a 3,5 milioni di euro. I ricavi dell'ospitalità hanno subito una flessione simile durante le finali a porte chiuse delle competizioni UEFA per club, scendendo da 23,4 milioni di euro a 300.000 euro. Le "Altre entrate" della UEFA sono aumentate a 23,3 milioni di euro nel 2019-20 (da 19,5 milioni di euro nel 2018-19).

Dei 3,1 miliardi di fatturato, l'UEFA ha distribuito 2.417.441 mld tra tutte le partecipanti ai suoi tornei, fondi andati a club e nazionali (di tutti i livelli). 1.646.378 solamente per la Champions League.
Il che significa che quando il presidente del Real Madrid faceva notare che le prime 10 squadre della competizione generavano il 90% dei ricavi dell'UEFA ma ricevevano solo le briciole, forse non aveva proprio tutti i torti, visti i criteri di spartizione finora seguiti.
I pagamenti di solidarietà erogati si sono attestati a 231,8 milioni di euro nel 2019-20, in lieve calo rispetto ai 235,2 milioni di euro registrati 12 mesi prima.
Le riserve totali della Uefa si sono attestate a 500,9 milioni di euro a giugno 2020, in calo rispetto ai 574,8 milioni di euro dell'anno precedente, ma consentendole di finanziare pagamenti anticipati a club e federazioni nazionali.

Le spese per eventi sono diminuite da 239,8 milioni di euro nel 2018-19 a 181,3 milioni di euro nel 2019-20 a causa del formato rivisto per le fasi finali di Champions League ed Europa League e dell'assenza di spettatori. Ci sono stati costi aggiuntivi sostenuti a causa di test e misure sanitarie.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it